featured image

Gravidanza: il feto percepisce l’umore materno e ne è influenzato

Il bebè mentre è ancora nel pancione percepisce anche l’umore materno, e le sensazioni ricevute dalla mamma potrebbero condizionare il suo sviluppo dopo la nascita. È quanto dimostra uno studio di Curt Sandman della University of California-Irvine pubblicato sulla rivista Psychological Science.

È noto che il feto in utero sente il battito cardiaco materno, e che sostanze come alcol e fumo, consumate dalla gestante, possono compromettere lo sviluppo fetale. Il feto può anche sentire rumori esterni, ma a quanto pare i suoi “poteri percettivi” sono più acuti del previsto. Pare proprio che il bebè possa avvertire l’umore materno quando è nel pancione, e risentire di esso.

Gli esperti hanno studiato il quadro psicologico di un gruppo di gestanti prima e dopo il parto. Poi hanno studiato lo stato di salute fisica del bebè. In un precedente studio avevano visto che se la mamma è ansiosa in gravidanza, nel cervello del bebè risultano più sviluppate alcune regioni neurali.

In questo studio hanno mostrato che se la mamma soffre di stati depressivi in gravidanza il bimbo ne risente, soprattutto se l’umore materno cambia dopo la nascita. “Crediamo che il feto partecipi attivamente al suo sviluppo e raccolga informazioni che gli serviranno nella vita dopo la nascita. – spiega Sandman – Il feto si prepara alla vita basandosi sui messaggi che la mamma gli invia”.

condivisioni & piace a mamme