I bambini che mangiano più frutta e verdura godono di maggiore benessere mentale

Uno studio, condotto da un team di ricercatori inglesi, indaga come l'assunzione di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno migliori lo sviluppo psicofisico e il benessere mentale dei bambini.

Secondo una nuova ricerca dell’Università dell’East Anglia i bambini che mangiano frutta e verdura, godono di un migliore benessere mentale.

Lo studio, pubblicato sulla rivista BMJ Nutrition, Prevention & Health, è il primo a indagare sull’associazione tra l’assunzione di frutta e verdura, le scelte di colazione e pranzo e il benessere mentale nei bambini delle scuole del Regno Unito.

I bambini che mangiano frutta e verdura godono di maggiore benessere mentale, lo studio

La ricerca, condotta da UEA Health and Social Care Partners in collaborazione con il Norfolk County Council, sottolinea come mangiare più frutta e verdura sia legato a un maggiore benessere, in particolare tra i bambini delle scuole secondarie.

Il team di ricerca ha evidenziato che i bambini che assumevano più di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno avevano i punteggi più alti per la salute mentale.

Gli studiosi hanno analizzato nel mese di ottobre 2017 i dati tratti dal Norfolk Children di quasi 9.000 bambini in 50 scuole di cui:

  • 7.570 bambini della scuola secondaria;
  • 1.253 della scuola primaria.

L’obiettivo era indagare sulla salute e il benessere dei più piccoli. I bambini sottoposti a valutazione hanno auto-segnalato le loro scelte dietetiche prendendo parte ai test di benessere mentale strutturati in base all’età. L’indagine trasversale ha riguardato:

  • l’allegria;
  • il rilassamento;
  • l’avere buoni rapporti interpersonali.

Infine, il gruppo di ricerca ha valutato l’associazione tra fattori nutrizionali e benessere mentale prendendo in considerazione anche altri fattori che potrebbero avere avuto un impatto, come le situazioni familiari e le esperienze nella prima infanzia negative.

Educazione alimentare per bambini: i consigli della pediatra

Alimentazione e benessere mentale: i risultati della ricerca

Il Prof. Welch in termini di nutrizione ha evidenziato che i bambini che mangiavano le 5 porzioni consigliate di frutta e verdura al giorno erano:

  • circa 1/4 dei bambini della scuola secondaria;
  • il 28% dei bambini della scuola primaria;
  • 1 bambino su 10 non assumeva frutta o verdura;
  • 1 bambino su 5 delle scuole secondarie e 1 su 10 delle elementari non faceva colazione;
  • 1 bambino su 10 delle scuole secondarie non pranzava.

Il Dott. Richard Hayhoe, Norwich Medical School dell’UEA, ha dichiarato:

Abbiamo scoperto che mangiare bene era associato a un migliore benessere mentale nei bambini. E che tra i bambini delle scuole secondarie in particolare, c’era un legame molto forte tra seguire una dieta nutriente, ricca di frutta e verdura, e avere un migliore benessere mentale.

Si è evidenziato che anche i tipi di colazione e pranzo consumati dagli alunni delle scuole primarie e secondarie erano associati al benessere.

I ricercatori hanno scoperto che i  bambini che consumavano una colazione tradizionale avevano sperimentato un benessere migliore rispetto a quei bimbi che assumevano per colazione solo una bevanda o uno spuntino veloce.

Inoltre, i bambini delle scuole secondarie che avevano ingerito bevande energetiche a colazione avevano ottenuto punteggi di benessere mentale molto bassi, addirittura inferiori ai bambini che non consumano affatto la colazione.

Rafforzare il benessere mentale ed emotivo dei bambini con una sana alimentazione

In merito all’analisi effettuata, l’autore senior, la Dott.ssa Ailsa Welch, prof.ssa Norwich Medical School dell’UEA, ha dichiarato:

Sappiamo che lo scarso benessere mentale è un problema importante per i giovani ed è probabile che abbia conseguenze negative a lungo termine. Le pressioni dei social media e della cultura scolastica moderna sono state propagandate come potenziali ragioni per una crescente prevalenza di scarso benessere mentale nei bambini e nei giovani.

E c’è un crescente riconoscimento dell’importanza della salute mentale e del benessere nei primi anni di vita, non ultimo perché i problemi di salute mentale degli adolescenti spesso persistono nell’età adulta, portando a risultati di vita e risultati peggiori.

Sebbene i collegamenti tra alimentazione e salute fisica siano ben compresi, fino ad ora non si sapeva molto sul fatto che l’alimentazione abbia un ruolo nel benessere emotivo dei bambini. Quindi, abbiamo deciso di indagare sull’associazione tra scelte dietetiche e benessere mentale tra gli scolari.

Il Prof. Welch ha concluso affermando:

L’alimentazione rappresenta un importante obiettivo di salute pubblica per affrontare il benessere mentale dell’infanzia. Le strategie di salute pubblica e le politiche scolastiche dovrebbero agire garantendo un’alimentazione di buona qualità disponibile per tutti i bambini sia prima che durante la scuola, al fine di ottimizzare il benessere mentale e consentire ai bambini di realizzare il loro pieno potenziale.

La frutta, le verdure e una corretta alimentazione sono fondamentali al fine di crescere bambini sani. La scarsa considerazione verso una giusta dieta è preoccupante e può influenzare nel bimbo non solo il rendimento scolastico a scuola, ma anche la crescita psicofisica.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Categorie