La fascia porta bebè, perché sceglierla e preferirla al marsupio

Fascia porta bebè o marsupio? Ecco perché optare per la prima, come indossarla correttamente e quali tipologie esistono.

Un tempo i neonati venivano portati quasi esclusivamente in carrozzina, nel passeggino oppure in braccio dai genitori, mentre negli anni è stato poi lanciato il marsupio prima e, più recentemente, la fascia porta bebè, una soluzione innovativa, comoda che si è rivelata una scelta sempre più diffusa delle mamme per portare il neonato comodamente legato al petto, in modo pratico e con il sostegno ideale.

In commercio oggi esistono tantissimi modelli e tipologie di fasce porta bebè, che si contraddistinguono dal marsupio per alcune caratteristiche. Uno dei motivi per cui spesso le mamme non la scelgono è che credono sia complicato indossarla, quindi capiamo passo passo come si mette.

Fascia porta bebè: come si mette?

Per indossare la fascia porta bebè nel modo corretto è sufficiente seguire questi semplici passaggi:

  • pieghiamola in due per renderla meno ampia e più resistente, e non attorcigliamola;
  • posizioniamola intorno allo stomaco, e incrociamo sulla schiena le estremità;
  • tiriamo le estremità della fascia incrociate sopra le spalle, in modo che scendano davanti sul petto;
  • incrociamo quindi nuovamente la fascia sul petto infilando ogni estremità sotto e attraverso il tessuto sulla vita;
  • riportiamo sulla schiena, incrociamo e riportiamo davanti. Questo processo è da ripetere finché il tessuto sembra ancora troppo lungo, visto che la maggior parte delle fasce ha una lunghezza anche di 4-5 metri;
  • una volta trovata la giusta lunghezza, si fa un nodo per legare e tenere ferma la fascia.

Il neonato andrà posizionato a culla fino a un anno di età all’interno di uno dei due strati sul petto, che va aperto completamente andando a formare una grande tasca, così da permettere al piccola di stare sdraiato; più avanti, si può posizionare sul petto o di fianco, ponendolo nella fascia dopo il procedimento di base e continuando con i successivi strati che avvolgeranno così il bambino fino a tenerlo fissato con il nodo.

Infine si può posizionare sulla schiena: per questa posizione il neonato va inserito nella fascia prima di indossarla.

Le tipologie di fascia porta bebè

Esistono diversi modelli di fascia porta bebè per neonati, che si possono suddividere in tre tipologie.

Fascia lunga rigida

La scelta della fascia è da valutare rispetto alla taglia e corporatura del genitore. Di conseguenza sarà più lunga per le donne o i papà più alti e viceversa. La fascia lunga rigida è fatta solitamente di materiali non elastici, come il cotone biologico, la canapa, il lino. È comoda poiché è molto resistente, adatta a bambini anche in età più grande, ed è confortevole anche per il bebè che riceve il giusto sostegno.

Fascia lunga elastica

La fascia elastica è molto comoda, e più adatta a bambini fino ai 7-8 chili. A differenza di quella rigida, questo tipo di fascia è utile perché il tessuto si adatta facilmente al corpo del bambino e della mamma. Con questa fascia è facile portare il bambino nella posizione più naturale ed ergonomica “a ranocchio”, per lo sviluppo dei fianchi e della spina dorsale.

Fascia ad anelli

Si tratta di fasce costruite nello stesso modo, ma che presentano degli anelli alle estremità, anallergici e di diverso materiale, che servono a facilitare il modo di indossarla, che differisce leggermente dalla fascia normale. Si posiziona il lato della fascia con gli anelli lungo una spalla, solitamente quella opposta all’anca o al braccio utilizzato per portare il bambino.

La parte della fascia senza anelli viene lasciata cadere sulla schiena, portata davanti sotto il braccio e fissata all’anello. La fascia ad anelli è comoda per i continui sali-scendi del bambino, e solitamente è lunga circa 2 metri.

Babywearing, l'arte di portare i bambini addosso, come fanno i canguri

Fascia porta bebè: pro e contro

Come detto, molti genitori spesso non sanno scegliere tra la fascia e il marsupio; la prima generalmente viene scelta per svariate ragioni:

  • è un’ottima alternativa al passeggino, e un modo per portare il bambino a stretto contatto con il corpo del genitore, che riesce meglio a calmare o a far addormentare il neonato grazie alla vicinanza.
  • è il modo ideale per trasportare i bebè che prediligono stare in braccio, ma avendo le mani libere e sostenendo il peso con l’intero busto, non solo con le braccia che si stancano più facilmente. La fascia porta bebè è utile anche in caso di allattamento al seno, perché il bambino si trova già nella posizione comoda per essere allattato. Inoltre sono leggere, sottili ed elastiche, pertanto comode in tutte le situazioni.
  • una volta che il bambino è cresciuto, può essere usata come sciarpa o tovaglia, e quindi trova un nuovo utilizzo.

D’altro canto, però, la fascia porta bebè è utilizzabile solo fino ai 24 mesi di età circa, perché regge il peso fino ai 12-15 chili e si può deteriorare col passare del tempo. Inoltre può essere difficile imparare a indossarla: l’utilizzo iniziale non è immediato come diventa in seguito, ma ha bisogno di un po’ di pratica seguendo le istruzioni.

Il porta bebè un po' fascia, un po' marsupio: il babywearing con la fascia Mei Tai

I migliori modelli di fascia porta bebè

Ecco quali sono secondo noi i migliori modelli di fascia porta bebè che potete trovare su Amazon.

1. CuddleBug Fascia Porta Bebè

CuddleBug Fascia Porta Bebé

CuddleBug Fascia Porta Bebé

La fascia CuddleBug è lavabile in lavatrice, senza anelli in metallo, realizzata in un tessuto misto di alta qualità con 95% in cotone e 5% spandex. È gentile sulla pelle come una t-shirt ma abbastanza forte per supportare la testolina del bambino.
29 € su Amazon
39 € risparmi 10 €
Pro
  • Lavabile in lavatrice
  • Senza anelli in metallo
Contro
  • Nessuno

2. Koala Babycare Fascia porta bambino

Koala Babycare Fascia porta bambino

Koala Babycare Fascia porta bambino

La fascia Koala Babycare, grazie alle due bande regolabili, è facile da indossare. Lo schienale ergonomico e traspirante permette di scaricare il peso sulle spalle e sulla zona lombare garantendo un comfort molto più elevato di quello delle tradizionali fasce
51 € su Amazon
Pro
  • Facile da indossare
  • Schienale ergonomico
Contro
  • Nessuno

3. Boba Wrap – Dark Grey Organic

Boba Wrap – Dark Grey Organic

Boba Wrap – Dark Grey Organic

La fascia Boba è versatile e comoda ed è disponibile in una taglia unica che si adatta a tutti, avvolge e sostiene il bambino in un morbido abbraccio, scaricando tutto il peso del bimbo sul busto e la schiena di chi lo porta, senza sovraccaricare collo e spalle. Il bambino può essere portato sul petto del genitore con una semplice legatura, senza ganci o fibbie da chiudere, fino ai 15 kg di peso.
54 € su Amazon
Pro
  • Fino ai 15 kg di peso del bambino
  • Adatta anche per i neonati prematuri
Contro
  • Nessuno

4. Makimaja – Fascia porta bebè

Makimaja - Fascia porta bebè

Makimaja - Fascia porta bebè

La fascia porta bebè Makimaja è realizzata in pregiato cotone naturale. Realizzato in bi-elastico, il tessuto è super morbido, traspirante e confortevole. e senza fibre artificiali.
37 € su Amazon
Pro
  • 100% cotone
  • Include un bavaglino
Contro
  • Nessuno

5. Hoppediz Fascia elastica porta bebè

Hoppediz - Fascia elastica portabebé

Hoppediz - Fascia elastica portabebé

Il modello di Hoppediz è una fascia elastica, che va bene anche per i piccoli prematuri. È molto morbida, tanto da sembrare quasi una seconda pelle, ed è, soprattutto, facile da usare. È un regalo per neomamma ma anche per neopapà: anche loro potranno utilizzare la fascia, ancor più perché si tratta di un modello unisex.
47 € su Amazon
Pro
  • Morbida e resistente
  • Lunga
Contro
  • Nessuno
Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...
  • Consigliati da noi

Categorie