Riduttore lettino per neonato: quale scegliere? - GravidanzaOnLine

A cosa serve il riduttore lettino per il neonato e come sceglierlo

Molti futuri genitori si interrogano su cosa sia il riduttore lettino per neonato, come si utilizza perché si dovrebbe acquistare o realizzare questo accessorio: ecco tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Prima che il bambino nasca, tanti genitori si trovano alle prese con la creazione del corredino e l’allestimento della cameretta, ovvero con la sistemazione di tutto il necessario che possa tornare utile per l’arrivo del piccolo. Lettino o culletta? Se optate per la prima possibilità, è facile che anche abbiate sentito parlare del riduttore lettino per neonati; ma che cos’è e come si usa?

Vediamo di fare chiarezza una volta per tutte, per comprendere vantaggi e svantaggi e come scegliere quello giusto e più sicuro.

Riduttore lettino: a cosa serve?

Il riduttore lettino per neonati è un valido accessorio e certamente più economico da usare, appunto, nel lettino. Questo strumento è ritenuto particolarmente utile nel caso in cui non abbiate intenzione di acquistare (o farvi prestare) una culla.

Nel pancione della mamma il bambino è protetto e ben avvolto. Per 9 mesi si “abitua” a vivere in un ambiente piccolo e accogliente, una condizione che piace molto e che si può ricreare in piccola parte anche quando viene al mondo. Coccolarlo, tenerlo in braccio e fare tutto ciò che serve per farlo sentire sicuro è sempre consigliabile, ma di notte e durante i suoi riposini è difficile poter ricreare quel piccolo spazio in cui farlo sentire avvolto e protetto.

Ecco a cosa serve il riduttore per lettino, a minimizzare lo spazio e avvolgere il bambino come in un dolce abbraccio.

Riduttore lettino: come si utilizza?

Il riduttore si presenta come un cuscino ed è leggermente più grande del neonato per lunghezza e larghezza, ma decisamente più piccolo del lettino. Presenta, all’incirca, le dimensioni della culla ma va utilizzato all’interno del lettino per rendere più piccolo lo spazio a disposizione dell’infante.

Le regole per utilizzarlo variano da riduttore a riduttore, ma in genere va semplicemente collocato all’interno del lettino e fissato, qualora fosse possibile, attraverso le chiusure, solitamente laccetti o in velcro.

Deve essere posizionato su un piano orizzontale, piatto e dritto, senza rialzi e nient’altro per garantire stabilità e maggiore sicurezza. Quindi, oltre che sul lettino, il riduttore può essere posizionato anche su altri superfici piane, come divano e tappeto ad esempio.

Riduttore lettino: vantaggi

Permettere al bambino di dormire su una superficie accogliente e avvolgente, che lo fa sentire abbracciato e protetto, è il vantaggio più grande per neonato e genitori.

Tuttavia, nessuno ci assicura che il neonato dormirà comodo e beato nel suo riduttore. Ecco dunque lo svantaggio, ovvero quello di aver effettuato una spesa del tutto inutile. Purtroppo non si può sapere a prescindere se il piccolo gradirà o meno il riduttore, quindi sta a voi scegliere liberamente se provare a usarlo o evitarlo completamente.

In genere il riduttore si utilizza nei primissimi mesi di vita, di solito fino al terzo, insomma fino a quando le dimensioni siano capaci di accogliere il nascituro.

Riduttore lettino: controindicazioni

A parte lo svantaggio di natura puramente economica, c’è una controindicazione da non sottovalutare. Le linee guida per prevenire la SIDS – nota come morte in culla – spiegano bene che il neonato deve dormire nel suo lettino in posizione supina e senza oggetti morbidi, soffici e ingombranti intorno. Ciò vale per i peluche, per i paracolpi e volendo anche per il riduttore del lettino.

In questo caso, per riuscire a trovare un compromesso tra la nanna sicura e accogliere il bimbo in un ambiente avvolgente, è bene optare per un riduttore lettino antisoffoco dalla superficie rigida, così da evitare possibili rischi di soffocamento.

Riduttore lettino: i migliori

Come anticipato, esistono diverse tipologie di riduttori per lettino, e ognuno risponde a un’esigenza specifica. Vediamo quali sono i 7 migliori prodotti da acquistare per la nanna del bebè.

1. Italbaby, riduttore tessile

Italbaby riduttore tessile

Un pratico riduttore in tessuto traspirante e antisoffoco con laccetti di colore beige firmato Italbaby.
Disponibile su Amazon a 48 €.

2. Willy, riduttore lettino universale

Willy, riduttore lettino universale

Quattro laccetti per allacciarlo alle spondine del lettino e colori pastello delicati caratterizzano il riduttore universale per neonati di Willy.
Disponibile su Mukako da 69 €.

3. Enfant Terrible Design AB

Enfant Terrible Design AB

Un riduttore dalla forma simile a quella di un materassino che si può utilizzare su tutte le superfici rigide.
Disponibile su Amazon a partire da 150 €.

4. Babysanity, riduttore paracolpi

Babysanity, riduttore paracolpi

Il riduttore lettino di Babysanity presenta la classica forma tubolare imbottita, che funziona anche da paracolpi.
Disponibile su Amazon a 34,01 €.

5. Janè Growing Baby

Janè Growing Baby

Tra i migliori riduttori antisoffoco per neonati troviamo il Growing Baby Nest di Jané. Il modello si presenta come un materassino con bordi arrotondati, imbottiti e alti con doppia lunghezza per essere adattato alle fasi di crescita.
Disponibile su Amazon a 67,99 €.

6. Babymoov riduttore ergonomico

Babymoov riduttore ergonomico

Per proteggere il neonato, tra i riduttori lettino più sicuri troviamo il modello Cosymorpho di Babymoov. Questo accessorio segue le curve del corpicino del bambino, assicurandone la giusta posizione e prevenendo la plagiocefalia.
Disponibile su Amazon a 25,93 €.

7. Italbaby, riduttore gemellare

Italbaby, riduttore gemellare

Aspettate gemelli? Niente paura, esiste anche la versione doppia per accogliere entrambi i neonati!
Disponibile a 99 € su Amazon.

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...

Categorie