Scatti di crescita: quando e come avvengono? - GravidanzaOnLine

Scatti di crescita: come riconoscerli e quando si verificano

La crescita del bambino non è perfettamente lineare, ma in alcuni momenti si può riconoscere un vero e proprio "scatto di crescita": le cose da sapere.

“Il mio bambino sta crescendo troppo e troppo in fretta?”, oppure al contrario “Sembra sempre uguale, avrà dei ritardi di crescita?”. Sono domande che i genitori si trovano spesso a farsi, nei primi anni di vita di un bambino. Perché, pur partendo dal presupposto che ogni bambino è diverso, il timore che, nello sviluppo di un neonato, qualcosa non stia funzionando al meglio rimane.

Vediamo allora cosa è importante sapere per tenere monitorata la crescita del neonato dalle prime settimane di vita e come riconoscere quelli che vengono definiti “scatti di crescita“.

Cosa sono gli scatti di crescita?

La crescita del bambino non avviene in modo del tutto lineare, ma ci sono alcuni momenti in cui sembra viaggiare a doppia velocità, e il bimbo sembra crescere improvvisamente: tale fase viene definita appunto “scatto di crescita”, ed è un avvenimento del tutto fisiologico nei primi anni di vita.

Durante uno scatto di crescita il bambino aumenta di peso e si allunga, mentre la circonferenza della sua testa aumenta (quasi impercettibilmente).

Quanto dovrebbe crescere un neonato?

Nel corso dello sviluppo di un bambino molto piccolo gli scatti di crescita si annunciano con un insolito aumento dell’appetito: la mamma li riconosce perché il neonato chiede con maggiore frequenza il latte (materno o artificiale) e pare “insaziabile”.

Per monitorare la crescita del neonato i pediatri fanno riferimento a specifiche tabelle, predisposte e aggiornate periodicamente dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Secondo i riferimenti dei manuali di pediatria i bambini nati a termine dovrebbero perdere, nei giorni immediatamente successivi al parto, dal 5 all’8% del loro peso corporeo, per poi riacquistarlo nelle due settimane seguenti.

Dopo questa prima fase il peso dovrebbe aumentare di circa 140 grammi ogni settimana nei primi tre mesi, per poi acquistare 4 kg entro il primo anno di vita.

Entro 5 mesi dalla nascita il peso dovrebbe raddoppiare, triplicare entro 12 mesi e infine quadruplicare entro i 24 mesi. Da qui alla pubertà il peso dovrebbe invece aumentare di circa 2 kg all’anno.

Se il pediatra, nel corso dei normali controlli di routine, valuta il peso del bambino come inferiore alle attese può suggerire alcune modifiche all’alimentazione; se, al contrario, il peso del bimbo risulta superiore, possono essere utili, oltre alle modifiche alimentari, anche approfondimenti specifici sulla glicemia.

Quando si verificano gli scatti di crescita?

Gli scatti di crescita non si verificano per tutti i bambini nello stesso momento: alcuni neonati crescono più in fretta e poi “rallentano“, altri invece partono più lentamente e poi recuperano con il tempo. In linea generale si possono tuttavia individuare alcuni periodi in cui è più probabile che si verifichi uno scatto di crescita, e cioè:

  • intorno a 2 settimane dalla nascita
  • a 3 settimane
  • a 6 settimane
  • a 3 mesi
  • intorno ai 6 mesi
  • a 9 mesi

Come si vede, la maggior parte degli scatti di crescita si verifica entro il primo anno di età. Ogni fase dura in media un paio di giorni quando il bambino è molto piccolo, mentre arriva a durare una settimana se il bambino è più grande.

Come si riconosce uno scatto di crescita?

Come anticipato, tra gli indicatori più evidenti dello scatto di crescita si trova sicuramente la maggiore richiesta di latte, come pure un inspiegabile “restringimento” dei vestiti, che diventano improvvisamente più piccoli. Altri segnali sono alterazione del sonno (può dormire di più o meno del solito) e modifiche al comportamento: alcuni bambini diventano più “mammoni”, nervosi e capricciosi.

Si tratta di condizioni del tutto passeggere, che non vanno vissute con ansia: è il normale sviluppo del bambino, che subisce alcune accelerazioni momentanee per poi assestarsi. (E quindi riprendere, con l’arrivo della pubertà.)

Con la nostra tabella puoi calcolare i percentili di crescita del tuo bambino.

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Categorie