Toxoplasmosi e antibiotico | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, mia moglie é alla 17 settimana. É alla seconda gravidanza. Già dopo il primo esame del sangue risulta aver contratto la Toxoplasmosi. Almeno tutti i dati sono risultati al limite. Ripetendo per quattro volte gli esami sono emersi i seguenti risultati: iGg a seconda delle volte da 70 a 90 (neg sotto 8), IGm a seconda delle volte da 7 a 8 (negativo sotto il 7). Test di avidità per quattro volte da 0,19 a 0,25 positivo oltre lo 0,3. Secondo lei si tratta di una Toxoplasmosi contratta prima o all’inizio? Di seguito, su consiglio del ginecologo siamo andati presso un centro specializzato a Bologna. Dopo aver ripetuto i test del sangue hanno deciso di prescrivere una terapia antibiotica con una compressa di Zitromax 500 al giorno. Tale terapia può recare danni al feto? È necessaria giudicando i vari risultati delle analisi? Che fare? Lei come la vede? Grazie della gentile attenzione, ringrazio anticipatamente della risposta.

Secondo me si tratta di una infezione pregressa, almeno da quanto posso supporre in base alle informazioni che mi fornisce.
Le IgM sono al limite e quindi a basso titolo… spesso persistono in definitivamente, quindi anche dopo avere raggiunto la immunità. L’avidità è anche relativamente alta (avidità alta infezione pregressa).
Lo zitromax, si tranquillizzi, non dovrebbe creare nessun danno. Per maggiori informazioni sui farmaci in gravidanza può consultare se vuole il Telefono Rosso.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo