Positiva alla rosolia: sarebbe consigliabile un’amniocentesi? - GravidanzaOnLine

Positiva alla rosolia: sarebbe consigliabile un’amniocentesi?

Anonimo

chiede:

Salve, sono Francesca, ho 30 anni, il 10/3 ho avuto ultima
mestruazione. Faccio le analisi e scopro d’essere incinta, ma le analisi
(ripetute a distanza di 15 gg) evidenziano un risultato sulle IgM strano.
18/04/06 Ricerca anticorpi antivirus della rosolia (ELFA)-IgG 400 UI/ml
(negativa 10) – IgM 4,56 UI/ml (negativa 1,2) –
03/05/06 Ricerca anticorpi antivirus della rosolia
(chemioluminescenza-ELFA)-IgG 366 UI/ml (negativa 10) – IgM
4,85 UI/ml (negativa 1,2) –
sono convinta d’aver avuto la rosolia nel 1980, non accertata da test ma
rilevata dal medico curante e riportata sulla scheda sanitaria. Non avendo
quindi la certezza, il mio ginecologo mi fa effettuare il test avidity su
entrambi i sieri. In entrambi i casi risulta un’avidità alta, il primo 82%,
il secondo 78%. La tabella allegata parla di un’avidità alta oltre il
35% – media tra 20 e 35 – bassa sotto al 20%. L’istituto di microbiologia ci fa
capire che possiamo stare tranquilli senza (giustamente) garantire su nulla,
essendo la medicina una scienza inesatta (presumo), ma ci dice anche che
esisterebbe un ulteriore test da eseguire tramite amniocentesi immediata
finalizzata sempre al rilievo del virus. Ce lo pongono come “eccesso di
zelo” anche perché la gravidanza è talmente giovane da non far temere per un
virus contratto all’inizio della gravidanza. Che ne pensate di questo caso e
comunque di questo “test ulteriore”.

Cara Signora Francesca, la medicina è, si, una scienza inesatta: ha ragione. Ma nel suo caso, mi pare che abbia di che stare tranquilla. Il suo titolo di anticorpi IgG (quelli protettivi, legati ad una vaccinazione o ad una pregressa infezione) sono alti e la avidità è altrettanto alta (segno chiaro che si tratta di una infezione precedente la gravidanza). È vero che le IgM sono positive, ma spesso in gravidanza si possono riscontrare delle disreattività immunitarie che comportano tali tipi di risultati, cioè titoli molto bassi di IgM, da interpretare come falsi positivi. Non trovo personalmente, sulla base di quello che lei mi dice, indicazioni ad una amniocentesi: per me sarebbe veramente un eccesso poco utile di zelo. La saluto cordialmente.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo