Ipotrofia del testicolo destro | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentilissimo Dottor Natali, le chiedo un suo parere sulla situazione di mio marito legata al nostro desiderio di avere un bambino da poco più di 18 mesi. Io ho 34 anni e mio marito 36. Lui ha fatto 3 spermiogrammi: il 1° nel dicembre 2006 con 78 milioni di spermatozoi, motilità a+b=65%, il 35% di forme normali e leucociti assenti; poi ha fatto un eco doppler scrotale da cui l’ecografista avrebbe diagnosticato un varicocele di 1° grado bilaterale asintomatico. A settembre 2007 ha rifatto lo spermiogramma che è risultato peggiorato: 28 milioni di spermatozoi, motilità a+b=36%, 3.5 milioni di leucociti e il 35% di forme normali. A febbraio 2008 ha rifatto lo spermiogramma: 36 milioni di spermatozoi, motilità a+b=52%, 31% di forme normali e 0.4 milioni di leucociti. A Marzo 2008 mio marito ha fatto una visita andrologica da cui è risultato: “All’E.O. dell’apparato genitale il paziente presenta un’ipotrofia del testicolo destro (circa 12 di Prader); nella norma il sinistro (circa 15/20 di Prader). Lo spermiogramma mostra parametri nei limiti come l’assetto plasmatico degli ormoni sessuali”. Dunque non ci sarebbe il varicocele di 1° grado refertato dall’ecografista durante l’eco scrotale. La terapia consigliata per cercare di migliorare la qualità del seme è: per tre mesi 2 compresse di Nicetile al giorno e 7 g al mese per 2 mesi Flaminase. Pertanto le chiedo: 1) Tale terapia produce normalmente dei miglioramenti in termini di motilità? 2) L’ipotrofia del testicolo dx a cosa può essere dovuta? Mio marito non ricorda di aver preso pallonate al basso ventre o di essersi ammalato a lungo di qualche malattia durante lo sviluppo. 3) Tale ipotrofia è responsabile del solo 30-35% di forme normali e/o del risultato generale dello spermiogramma? Dai monitoraggi che ho fatto io, il ginecologo dice che ovulo, ma mi ha consigliato di fare 3 cicli di Clomid durante i 3 mesi di terapia di mio marito, anche se mi ha detto che, con uno spermiogramma tendente verso i limiti inferiori come quello di mio marito, potrebbe passare anche molto tempo per concepire naturalmente. Lei che ne pensa? Ci sono le condizioni oppure, vista anche la nostra età, è meglio ricorrere alla fecondazione assistita? La ringrazio tantissimo per i preziosi consigli che vorrà darci e ne approfitto per inviarle gli auguri di Pasqua. Saluti,

Gentile signora, la terapia può essere corretta. La relativa ipotrofia testicolare dx può essere alla base della non perfetta qualità del liquido seminale: dato che lei ha 34 anni, se nel corso dei prossimi 6 mesi non vi fosse una gravidanza per via naturale, potrei consigliare una valutazione in ambito di fertilizzazione assistita. Distinti saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo