ASCUS con sospetta coilocitosi - GravidanzaOnLine

ASCUS con sospetta coilocitosi

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, le scrivo per avere un consiglio. Le racconto brevemente la mia storia. È da maggio 2013 che ho problemi ginecologici, tutto è iniziato con una candida che ho curato, poi mi è stata trovata una ectopia, cioè una piaghetta al collo dell’utero che ho bruciato a dicembre. Mi sono astenuta dai rapporti per un mese, al successivo controllo la ginecologa mi ha detto che era completamente guarita e potevo avere rapporti. Dopo qualche rapporto (non protetto, perchè prendo la pillola) ho iniziato ad avere perdite gialle e labbra della vagina gonfie, ho fatto un altro pap-test e questo è l’esito: “alterazioni di incerto significato in cellule squamose (ASCUS) con sospetta coilocitosi”. La ginecologa mi ha dato una cura con ovuli (ogni sera un ovulo Candinet per 10 sere, poi 10 giorni di pausa, e infine ogni sera un ovulo Macmiror Complex per 10 sere), dopo questa cura dovrò ripetere il pap-test. Le mie domande sono le seguenti: 1. c’è possibilità che io abbia contratto il Papilloma virus? 2. in questo periodo di tempo come devo comportarmi con i rapporti sessuali? Posso averli protetti da preservativo? 3. per il sesso orale, come devo comportarmi? La ringrazio infinitamente per le risposte

Non mi è chiaro se aveva fatto un paptest anche prima di tutto l’iter che ha raccontato. Se era del tutto negativo, è anche possibile che il risultato attuale sia stato in parte indotto dalla “bruciatura”. Un paptest così vicino purtroppo espone a risultati incerti. Anche una colposcopia al momento potrebbe non essere attendibile in quanto è passato troppo poco tempo. A questo punto non le resta che fare la terapia, far passare almeno qualche mese, per consentire la completa e stabile cicatrizzazione e solo dopo fare qualche accertamento, come il test per l’HPV e eventualmente anche una colposcopia. Per i rapporti, nel dubbio meglio usare il preservativo. Anche se, voglio dirle, se il partner è lo stesso, un eventuale contagio è già avvenuto. Lo stesso vale per i rapporti orali. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo