Anonimo

chiede:

Egregio Professore,
sono affetta da herpes genitale da circa un anno e mezzo. Le
manifestazioni, seppur frequenti, circa una volta al mese poco dopo il
ciclo mestruale, non sono mai state molto violente.
Ora sono alla 15 settimana di gravidanza, ho 36 anni e devo decidere se
fare l’amniocentesi. Potrei contagiare il feto con l’henpes durante
questo esame invasivo visto che si crea un contatto con il mio sangue? O solo se le manifestazioni in quel giorno saranno evidenti? O come spero,
questo non è possibile? Inoltre, sono RH negativo. Questo aumenta la
possibilità di aborto?
Le ringrazio per la cortesia e spero di ricevere una sua risposta visto
che l’amniocentesi è prevista per il 29/12.

Gentile Signora, purtroppo ho ricevuto la sua mail solo oggi… le rispondo ugualmente anche se presumo abbia già ottenuto per altre vie le informazioni che le interessavano.
L’Herpes genitale non controindica sostanzialmente la amniocentesi.
Importante invece valutare, in caso di infezione attiva o di pcr positiva per il virus nelle secrezioni vaginali, la opportunità di parto cesareo.
Essere Rh – non aumenta il rischio di aborto. Dopo manovre invasive come per es. l’amniocentesi, in persone Rh- si effettuano routinariamente immunoglobuline specifiche, per evitare, sopratutto in caso di un una successiva gravidanza con padre Rh+, possibili fenomeni emolitici fetali.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo