Ninna nanna in gravidanza, il bebè dormirà di più

Ninna nanna in gravidanza, il bebè dormirà di più

Cantare la ninna nanna al bebè già durante la gravidanza, sussurrare parole dolci e parlare con un tono affabile e misurato, farà sì che il bambino, una volta venuto alla luce, dormirà più sereno.

A riferirlo è una ricerca dell’Università Milano-Bicocca effettuata in collaborazione con l’Ospedale San Gerardo di Monza e pubblicata sulla rivista Women and Birth.

I test sono stati condotti su 168 mamme divise in due gruppi: un gruppo ha coinvolto 83 gestanti a cui è stato chiesto di canticchiare ninne nanne prima e dopo la nascita del bebè e un gruppo di 85 gestanti lasciate libere di decidere se cantare o meno.

Il gruppo delle madri ‘cantanti’, che cioè riempivano di coccole sonore i propri piccoli fin dalla gestazione, hanno riportato serenità e senso di relax e, a tre mesi dal parto, un legame più saldo col neonato, oltre ad avere bambini che tendevano a piangere per circa un quarto del tempo in meno rispetto al gruppo delle donne ‘non cantanti’.

L’effetto calmante dell’esposizione alla musica ha portato benefici anche sul fronte delle coliche gassose e i risvegli notturni che spesso disturbano i neonati, e anche sulle emozioni e il relativo stress della gestante e della mamma.