featured image

Yoga in gravidanza

Lo Yoga è una delle discipline sportive più adatte alle future mamme. Oltre a migliorare il tono muscolare e l’elasticità dei tessuti, è un’attività che permette di esercitarsi nella respirazione e più in generale nel controllo del proprio corpo. Abilità che possono rivelarsi molto utili al momento del travaglio e del parto. Lo yoga in gravidanza può essere praticato senza problemi quando la gestazione è fisiologica e la donna in attesa si sente bene. Nelle palestre e nei centri specializzati di moltissime città è possibile frequentare corsi specifici dedicati espressamente alle gravide, con maestri in grado di proporre un percorso ideale per i nove mesi di gestazione.

Molto utili sono gli esercizi che allenano i tessuti del pavimento pelvico, basati sull’alternanza di contrazione e rilassamento della muscolatura del perineo. Questo tipo di esercizi aiuta a rendere più elastici i muscoli del pavimento pelvico, migliorandone la risposta al momento del parto e facilitando la ripresa durante il puerperio. Anche le posizioni classiche dello yoga sono ottime durante la gravidanza, perché aiutano ad allentare la tensione e ad aumentare il benessere complessivo della quasi-mamma.

Con l’aiuto e la guida di un maestro preparato, inoltre, lo yoga in gravidanza può rivelarsi una soluzione molto efficace per problemi molto diffusi durante i nove mesi. È il caso, ad esempio, del mal di schiena, che può essere dovuto ad errori di postura causati o esacerbati dal rapido aumento di volume e di peso dell’utero. Oppure delle piccole difficoltà respiratorie che si possono sperimentare al termine di gravidanza, quando il bambino che cresce tende a comprimere il diaframma materno rendendo più difficile la respirazione. Gli esercizi per il controllo del respiro, che sono un elemento fondamentale della pratica dello yoga possono contribuire ad alleviare questo fastidio, oltre che a ridurre i livelli di stress e preparare la mamma a gestire meglio il momento delle contrazioni.

Anche inconvenienti come il gonfiore e il formicolio agli arti possono trovare sollievo grazie alla pratica dello yoga in gravidanza, attraverso non solo il controllo della respirazione ma anche determinate posizioni specifiche per migliorare la circolazione e ridurre questi fastidiosi sintomi. Lo yoga, inoltre, può costituire un valido alleato anche per affrontare eventuali problemi a carico del sistema digerente che possono presentarsi durante la gravidanza (nausea e stitichezza in particolar modo).

Non sono da trascurare, infine, i benefici di carattere psicologico, che vanno dal controllo dell’ansia e delle normali preoccupazioni di chi affronta una gravidanza, alla riduzione dell’adrenalina e al maggior senso di connessione con il bambino.

condivisioni & piace a mamme