Telelavoro, migliora la qualità del sonno dei bambini ma aumenta lo stress dei genitori

Uno studio australiano ha evidenziato come il telelavoro dei genitori apporti notevoli benefici alla qualità del sonno dei bambini. I più piccoli dormono 40 minuti in più a notte ma i genitori sono più stressati.

La pandemia ha portato una novità per molti genitori: il telelavoro. Trascorrere il tempo a casa piuttosto che in ufficio per lavoro ha i suoi lati negativi ma anche positivi: uno tra tutti il benessere dei propri figli.

A darne conferma uno studio condotto da un team di ricercatori della Flinders University in Australia. Secondo gli studiosi, il telelavoro dei genitori migliora la qualità del sonno dei bambini.

La routine della buonanotte (per favorire il sonno dei bambini) secondo la scienza

Con il telelavoro dei genitori i bambini dormono di più e meglio, lo studio

La ricerca, pubblicata su Science Direct, è stata condotta da un gruppo di studiosi della Flinders University i quali hanno scoperto che i genitori che lavorano da casa portano (involontariamente) notevoli benefici alla qualità del sonno dei propri figli piccoli.

Lo studio ha analizzato 1.518 bambini americani di età compresa tra 1 e 18 mesi e, grazie a una tecnologia di video-sonnografia automatizzata, sono stati confrontati i dati relativi sia alla qualità che alla durata del sonno tra il 2019 e il 2020.

Inoltre, gli studiosi hanno sottoposto alcuni questionari online ai genitori dei bambini analizzati. I test riguardavano l’orario dell’esposizione dei bambini a tv, tablet, video su YouTube e in generale ogni altro dispositivo digitale.

In ultimo, i genitori hanno risposto anche in merito alla loro sonnolenza diurna e i loro livelli di depressione e stress che, in pandemia e con il telelavoro, sono risultati negativi, ovvero lievemente più alti del solito.

Come la Pandemia ha cambiato il sonno dei bambini (e come ristabilirlo)

I risultati dello studio: i bambini dormo 40 minuti in più ma i genitori sono più depressi

I risultati inerenti lo studio ha evidenziato che i bambini più piccoli dormivano mediamente 40 minuti in più durante la notte. Mentre, per i bimbi più grandi era aumentato il tempo di esposizione davanti alla televisione e ai dispositivi digitali (tablet, pc) di 18 minuti.

Infine, nei genitori era diminuita la sonnolenza diurna ma erano anche aumentati i sintomi di una lieve depressione.

Il Dott. Michal Kahn, autore senior dello studio nonché psicologo della Flinders University, College of Education, ha concluso dicendo:

Bisogna incoraggiare i genitori da una parte a ridurre il tempo dei loro figli davanti agli schermi e, dall’altra, a scegliere contenuti multimediali digitali appropriati.

Inoltre, nonostante alcuni aspetti negativi, l’aumento della durata del sonno nei bambini e la conseguente diminuzione della sonnolenza diurna dei genitori sottolineano che il telelavoro ha benefici sostanziali.

La giusta conclusione sarebbe quella di consentire ai genitori di lavorare da casa anche dopo la fine della pandemia poiché, come lo studio ha dimostrato, apporterebbe notevoli benefici al benessere famigliare.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Salute e Benessere