Anonimo

chiede:

Salve, sono una giovane mamma alla ricerca della seconda gravidanza, oggi
credo di essere all’8° P.O. dunque
se la magia è avvenuta presto lo saprò. Il dubbio o incubo che mi perseguita, come per la prima gravidanza, è la possibilità di contrarre la toxoplasmosi in quanto sono recettiva. Quello che mi assilla di più non sono le normali modalità di contrarre la malattia ma quelle incrociate, mi spiego attraverso delle domande: 1- se il mio cane gioca in giardino e poi sale sul divano dove io mi siedo e lo tocco e poi
distrattamente mi porto le mani sul volto tipo occhi e bocca c’è rischio? 2 – dato che lavoro in un ristorante e mangio li quando presto servizio se il cuoco mentre mi prepara da mangiare tocca la carne cruda o le verdure non lavate e poi senza lavarsi le mani tocca il mio piatto c’è rischio? 3 – se bacio mio figlio che si è appena rotolato per terra rischio? Sono molto ansiosa anche se ho imparato a combattere bene la mia ansia questi dubbi mi tormentano. La ringrazio in anticipo per la sua cortese attenzione e mi spiace se sono così assillante ma forse ho solo bisogno di risposte mirate alle mie domande grazie mille.

Gentile signora, le donne gravide con titolo anti-toxoplasma negativo o non noto devono evitare il contatto con feci di gatto (cambiare la lettiera, fare del giardinaggio) oppure, se è proprio necessario, devono indossare guanti. La pulizia quotidiana delle lettiere diminuisce il rischio di contagio, perché le oocisti non sono infettive nelle prima 24-48 ore dalla loro eliminazione con le feci.
L’infettività è pressoché abolita da una temperatura prossima all’ebollizione per 5 minuti. L’ingestione orale di oocisti può essere evitato1) cuocendo la carne a 66° prima del consumo 2) lavando vegetali e frutta 3) lavando la superficie della cucina dopo aver mangiato frutta, verdura e carne cruda e 4) prevenendo la contaminazione del cibo da parte di mosche e scarafaggi. Come vede, il maggior rischio viene dai gatti e non dai cani!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo