'Ricerca gravidanza post conizzazione: che precauzioni prendere?' - GravidanzaOnLine

“Ricerca gravidanza post conizzazione: che precauzioni prendere?”

Anonima

chiede:

Buongiorno,
vi sottopongo una questione che chiaramente mi sta molto a cuore. Ho quasi 36 anni e quando già stavo cercando una seconda gravidanza ho eseguito un pap-test all’interno dello screening nazionale. Il risultato è stato ASCUS. È quindi seguita colposcopia e la decisione di non procedere con biopsia in quanto il ginecologo ha valutato che la lesione che si vedeva potesse essere anche un residuo del parto. Il ginecologo mi aveva anche detto che potevo cercare comunque una gravidanza e che si sarebbe potuto procedere anche dopo il parto alle indagini riguardo il collo dell’utero. Io però non me la sono sentita di correre il rischio, anche perchè onestamente non ho avuto molte informazioni riguardo i pro e i contro.

Comunque, a dicembre altro pap test positivo, altra colposcopia con biopsia e risultato CIN-2 H-SIL. Ho quindi fatto 1 mese fa un intervento di conizzazione con ansa diatermica con asportazione di 4×1.7×0.7. Risultati focolai CIN-2 e CIN-3 con margini esocervicali puliti, mentre a livello endocervicale ci sono delle ghiandole interessate. Il medico che mi ha consegnato il referto mi ha detto che avendo cauterizzato la parte dopo la rimozione della porzione c’è margine per pensare che sia stato rimosso tutto. Ho già un pap-test di controllo fissato per fine giugno.

Questo il preambolo alla domanda che è questa: posso iniziare a cercare un’altra gravidanza? Quali sono i rischi in cui potrei incorrere se rimanessi incinta e ci fosse ancora qualcosa a livello di displasia? So che 2 mesi non sono molti da aspettare, ma è già passato un anno, tra pap-test e risposta passeranno altri 3 mesi e comunque il concepimento non è così scontato, anche calcolando che ho quasi 36 anni. Spero di essere riuscita a spiegare i miei dubbi. Grazie.

Fatto un nuovo pap test, dopo qualche mese dalla conizzazione, se negativo, cioè buono, può tranquillamente pensare ad una nuova gravidanza. Ovviamente deve stare a stretto contatto con il ginecologo, sia durante la gravidanza sia successivamente. Qualche mese di attesa non mi sembra poi tanto. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo