Infiammazioni vaginali - GravidanzaOnLine

Infiammazioni vaginali

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 27 anni e sono sposata da quasi 2 anni. Ho preso per anni da
pillola e non ho mai sofferto di infiammazioni vaginali. A settembre ho
interrotto l’uso ed i primi cicli son stati regolari di 28-30gg. Da gennaio
io e mio marito abbiamo iniziato ad avere rapporti non protetti in cerca
di un bimbo. I cicli son diventati irregolari (da un’ecografia mi son state
riscontrate microcisti) e ho iniziato a soffrire di infiammazioni
vaginali. Da un primo tampone è risultato streptococcus agalactiae che ho
curato con lavande di betadine e antibiotico Levoxacin x 5gg, che è stato
dato anche a mio marito. Altro tampone ancora con streptococco ci è stato
dato Tavanic. Ora all’ultimo tampone eseguito è uscito enterococco
fecalis, attendo l’esito dell’abg per avere la cura. Intanto assumo
Enterolactis Plus. La dottoressa ha consigliato a mio marito di eseguire
un tampone uretrale x sicurezza. Dice che queste infiammazioni cmq non
dovremmo trasmettercele uno con l’altro e che non pregiudicano una
gravidanza. Siamo solo al 5° mese e ci ha detto che è presto per
allarmarci. Sto assumendo solo inofolic per migliorare il ciclo. A
settembre se non ci sarà la buona notizia ci farà fare
spermiogramma + spermiocoltura e a me sonoisterografia. Secondo lei l’iter è
corretto? Non sa come desideriamo un piccolo, pensavo fosse molto più
semplice ed intorno tante amiche che rimangono incinta subito… Spero in
una sua celere risposta. Grazie

Gentile Signora, penso che l’iter diagnostico sia corretto. Oltre alle terapie antibiotiche,
penso che possa essere utile assumere lattobacilli (per via vaginale e/o
orale). In linea generale sono d’accordo sul fatto che queste infezioni non
ostacolano il concepimento; tuttavia, se il tampone uretrale di suo marito fosse positivo potrebbe essere utile eseguire una visita urologica per escludere una prostatite che potrebbe influenzare la qualità del liquido seminale.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo