Anonimo

chiede:

Buongiorno, soffro di candida vaginale ININTERROTTAMENTE da quasi tre anni. Non mi riferisco a recidive o alti e bassi, ma a una candida continua nonostante abbia provato veramente di tutto (tutti gli antimicotici per uso topico ed almeno 3 diversi per via orale, oltre a varie diete e terapie naturali e lavande). La candida è chiaramente visibile dal ginecologo ma inspiegabilmente quasi tutti i tamponi risultano negativi. A febbraio ho finalmente avuto un tampone positivo che ha trovato una forma rara CANDIDA LIPOLYTICA in carica elevata, curata con Amfotericina B (in compresse acquistate in Svizzera perchè non vendute in Italia) a cui dal tampone risultavo sensibile ma probabilmente con dosaggio troppo basso (2 da 100 mg al giorno x 8 gg) senza alcun risultato. A una successiva visita infettivologica la dottoressa non mi poteva prescrivere altro perchè l’ultimo tampone risultava negativo. Inoltre poco dopo scoprivo di essere incinta e quindi ogni possibile terapia sistemica veniva rinviata. Al momento sono al sesto mese di gravidanza, finora senza alcun problema, anche se perdite e fastidiosissimo prurito continuano praticamente invariati. Vorrei sapere che rischi comporta questo tipo di infezione per il bambino ora e al momento del parto (ne ho parlato alla ginecologa del consultorio che mi sta seguendo per la gravidanza ma non gli ha dato alcuna importanza) e cosa altro potrò fare, concluso il periodo dell’allattamento, per cercare di curarmi, considerando che se i tamponi non riescono a vedere l’infezione, e certamente sbagliano perchè qualcosa senza alcun dubbio c’è, nessuno mi prescriverà qualcosa, soprattutto qualcosa di testato e sensato. Grazie dell’attenzione

La candida lipolytica in realtà e un fungo raro, associato spesso a inserimento di cateteri e a bassa virulenza.
In linea di massima non dovrebbe creare nessun problema in gravidanza o al momento del parto.
Non posso invece esprimermi a distanza a riguardo dei sintomi vaginali recidivanti che lei riferisce, anche perché le informazioni che fornisce non sono sufficienti per esprimere un giudizio circostanziato.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo