Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono alla 37° settimana di gravidanza e il tampone vagino/rettale ha evidenziato la presenza di escherichia coli. La
ginecologa ritiene che sia normale la presenza di questi batteri nel tratto
intestinale e che quindi non sia necessaria una terapia antibiotica. Concorda con
questo parere? Grazie

Gentile Elisabetta,
l’escherichia coli è effettivamente un batterio che dimora abitualmente
nell’intestino senza dare problemi. Esistono tuttavia dei casi in cui si
sviluppano particolari varietà antigeniche che prendono il sopravvento e che
possono divenire patogene. Questo è il motivo per cui si cerca con
integratori probiotici e a base di fermenti di favorire una fisiologica
flora intestinale a garanzia di un equilibrio fra varietà fisiologiche,
addirittura utili e necessarie, e varietà patogene. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo