'HPV alto: quale rischio in gravidanza?' - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, ho 23 anni e sono alla 15^ settimana di gravidanza, a dicembre feci un pap test e la diagnosi è stata: Lesione epiteliale di basso grado (LSIL), comprende HPV, displasia lieve, CIN1. In seguito a questo risultato ho fatto una colposcopia e HPV test a gennaio e la diagnosi della prima è stata: GSC visualizzata. Presenza di zona di trasformazione anomale periorifizionale G1-2 (epitelio bianco sottile e ispessito) con puntato regolare ore 12-3 dove si effettua la biopsia.

Dall’HPV test la diagnosi è stata: positivi 18,52,56 HPV alto rischio. La diagnosi della biopsia è sta: frammento millimetrico di mucosa della porziosede di CIN2/HSIL focale. La ginecologa ha detto di ripetere la colposcopia e eventualmente di intervenire subito, la mia paura è un qualsiasi intervento è rischioso ora che sono in gravidanza? Lei mi ha assicurato di no, ma vorrei altri pareri, anche lei mi conferma che non ci sono rischi? Oppure anche se una minima percentuale il rischio c’è? Vorrei poter capire bene, io già lo amo questo bambino, e vorrei poter decidere davanti alla verità e non magari con false “illusioni”. La prego, almeno lei mi dia una risposta chiara.

Gentile Signora, Le suggerisco di leggere attentamente quanto riportato in questo link, dove sono illustrati dati scientifici con tanto di bibliografia. Non mi è chiaro a quali verità e false illusioni lei si riferisca, ma non credo proprio che sia il caso di ragionare in questi termini. Può tranquillamente avere questo bambino.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo