Ho sempre “un po’ di candida”! L’acqua termale potrebbe essere utile? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili Dottori,
vorrei avere un vostro parere sulle irrigazioni vaginali con acqua termale. A me le hanno consigliate (un ciclo da 12) per curare le candida, e mi hanno detto che possono creare un ambiente più favorevole per la ricerca di gravidanze (io sto cercando di guarire prima di iniziare…), questo perchè ripulirebbero da infiammazioni e rinforzerebbero le mucose. Dopo varie terapie (sporanox, gynocanesten, ovuli vari e una dieta senza lieviti, ecc.), ho sempre “un po’” di candida, nel senso che non è tanto forte (non troppe perdite e non prurito forte), però continuo a non sentirmi troppo a posto (e il tampone mi dà ragione, perchè rileva ancora la presenza di candida). Nel caso in cui foste “favorevoli” a questa terapia, sapete dirmi dopo quanto tempo da quando è stata eseguita posso cominciare a cercare una gravidanza?
Grazie

Gentile Francesca, devo ammettere di non avere una forte esperienza in tale settore. Mi risulta tuttavia che non ci siano chiare evidenze dell’utilità di queste cure e gli studi effettuati non sono sufficientemente adeguati per chiarirlo in maniera scientifica. Inoltre i risultati cambiano a seconda dei tipi di acque utilizzate. Questo non vuol dire che non siano efficaci, ma solo che non è scientificamente provato. Io capisco che avendo provato finora le cure mediche, voglia tentare dell’altro. Io mi chiedo però: è sicura che si tratti sempre di candida? Ha escluso la presenza di fattori favorenti (tipo diabete, terapie antibiotiche, abitudini di vita, ecc.)? È stato trattato sempre anche il suo compagno? Ha provato finora ad avere una gravidanza senza riuscirvi? Se vuole, ci scriva ancora chiarendo questi aspetti. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo