HIV - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, qualche giorno fa ho avuto il mio primo rapporto sessuale mentre ero in vacanza. Del partner so molto poco… è una ragazza russa conosciuta mentre ero in vacanza lì: tengo a precisare che non ho pagato per ciò che è accaduto (non andrei mai con una prostituta).
Lei lavora per arrotondare in uno strip club… è molto bella, non ho saputo dire no… mi ha approcciato e mi ha chiesto di uscire con lei.
Ho offerto solo qualche consumazione in discoteca.
Poi mi ha portato a casa sua (2 agosto 2010). L’ho baciata tutta, ma penso che ciò non sia a rischio… poi, dopo aver messo il preservativo, lei si è messa sopra di me, ha preso il mio pene e ha cercato di penetrarsi… In tal istante è fuoriuscita molta secrezione vaginale, parte della quale è caduta sulla mia pancia…
Sulla pancia mi erano stati strappati dei peli circa un giorno e mezzo prima. Inoltre vi era un arrossamento dovuto ad un pelo sottocutaneo..
Ora ho paura di aver contratto qualche malattia.
Capisco che innanzi tutto lei deve essere sieropositiva.
Io sono uno studente di medicina al II anno.
Pensa che sono a rischio? Un giorno e mezzo può esser sufficiente per risanare eventuali lesioni sulla mia pancia? Cosa devo fare?
Pensa che sia opportuno iniziare una terapia antiretrovirale prima del test?
Il rapporto l’ho avuto il 2 Agosto..
Grazie, cordiali saluti.

Caro futuro collega, la precauzione del preservativo è stata una buona cosa. Purtroppo i rapporti occasionali come quello descritto sono gravati da un certo rischio, che non si limita solo all’HIV, che magari statisticamente non è il più frequente, ma anche altri come l’HPV, la sifilide, la gonorrea e quant’altro, specie nei paesi dell’est europeo. Tuttavia, devo dirti anche che il contagio non è poi così semplice, ma occorre che ci siano una serie di fattori favorenti, come contatti ripetuti, lesioni, sanguinamenti, e una certa predisposizione immunitaria. Il solo arrossamento della cute e le secrezioni che vi giungono a contatto non sono particolarmente rischiose, ma tieni anche presente che non si possono stabilire regole matematiche. Non credo che tu possa far niente ora, tranne avere prudenza per il futuro ed evitare tutte quelle situazioni che possono influire sul sistema immunitario, come cattiva alimentazione, stress psico-fisico, fumo, alcolici, droghe, inquinanti, uso di farmaci ecc. Un’ultima osservazione voglio farla non da medico ed è questa: non devi sentirti in dovere di giustificare il perché e il per come hai avuto questa esperienza, ma forse, come prima volta, non è stata proprio la migliore, specie se poi ti ha procurato tanta angoscia. Comunque i nostri nonni l’hanno quasi tutti fatta così (non dico sempre pagando, ma sicuramente con una partner molto più esperta di loro 🙂 , ma converrai con me che c’è di meglio. Non dirmi che è stato un caso, perché la destinazione delle vacanze… la dice lunga. Cari saluti da un collega un po’ più “grandetto” di te. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo