Helicobacter pilori | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho scoperto di avere l’helicobacter e sono in gravidanza di 11 settimane sia il ginecologo che il gastroenterologo mi consigliano di non fare la cura perchè potrebbe causare problemi al feto… ma io non sto bene e ho paura che possa sfociare in qualcosa di diverso. Cosa devo fare? Come posso tamponare questa situazione? Grazie

In gravidanza a mio parere, si alimentano ancor di più che in altre condizioni, “leggende metropolitane”, una delle quali è quella che la futura mamma non possa assumere farmaci fatta eccezione per la tachipirina, che viene assunta spessissimo in maniera assolutamente inadeguata. Questo non significa che la gravidanza sia il momento migliore per assumere farmaci senza motivo…. Assolutamente.
L’EP può a volte creare problemi seri, ma in genere questa evenienza, si realizza dopo anni di infezione. Può però causare disturbi gastrici, ancor di più in gravidanza.
Considerando che in caso di necessità e ancor di più dopo la dodicesima settimana si possono assumere con buona tranquillità i farmaci idonei per la eradicazione del batterio, la scelta se effettuare o meno la terapia in gravidanza dipende dai sintomi ed eventualmente, quando disponibile, dal quadro gastroscopico.
In altre parole in assenza di disturbi è poco probabile che il batterio nell’arco del periodo gravidico possa causare danni rilevanti. In presenza di sintomi gastrici evidenti (a volte presenti anche senza la presenza dell’HP) , potrebbe essere opportuno trattare soprattutto se si sospetta una forma importante di gastrite.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo