Anonimo

chiede:

Salve,
nel corso della 22a settimana di gravidanza ho effettuato dei tamponi
vaginali, risultati negativi con l’eccezione del micoplasma che
presentava un “basso titolo”. Il mio ginecologo mi ha consigliato di
fare (io e mio marito) una cura di una settimana con l’eritrocina
(compresse da 600 mg 2 volte al di per una settimana) assicurandomi che
questo medicinale non ha controindicazioni in gravidanza. Diversa cosa
leggo invece nel foglio illustrativo del medicinale: “la sicurezza dell’e.
durante la gravidanza non è stabilita, l’e. attraversa la barriera
placentare… il prodotto va somministrato in caso di effettiva
necessità”. Vorrei sapere se l’e. è veramente innocua per il feto o cosa
può accadere se non faccio la cura.
Grazie,

Gentile signora Daniela, l’eritromicina non è giudicata pericolosa dalle
note dello stesso Ministero della Salute, altro discorso è giudicare se effettivamente
ne occorra l’uso, nel suo caso. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo