Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, oggi ho ritirato il referto del tampone faringeo ed è risultato: sviluppo di germi gram negativi (e.coli). Non so se sono incinta, le ultime mestruazioni le ho avute il 27/5 e stiamo cercando di avere un bambino. Nell’esito vengono suggeriti i vari antibiotici sensibili all’e.coli con a fianco il relativo MIC (minima concentrazione inibente) e sono: Amikacina (30), Ceftriaxone (30), Ciprofloxacina (5), Gentamicina (10), Levofloxacina (5), Norfloxacina (10), Piperacillina7Tazobactam (110). Da una ricerca on line ho visto che nessuno di questi antibiotici può essere usato in gravidanza. Come è possibile? Non posso curarmi? E se fossi incinta e non prendessi niente di questi antibiotici?

Non è sufficiente il solo risultato del tampone. Occorrono una visita e un’anamnesi, sapere perché ha fatto il tampone e quali sono i sintomi. Se ha un’infezione clinicamente franca e di una certa entità potrebbe esser necessario attuare una terapia, anche a discapito di una eventuale gravidanza. Non è vero che non esistono antibiotici sicuri in gravidanza. Magari non sono stati testati nel suo esame, ma esistono. In ultimo, se l’infezione non è particolarmente grave, può sempre attendere le mestruazioni. Nel frattempo potrebbe utilizzare un antibiotico sicuro in gravidanza e una terapia locale con aerosol. La prescrizione spetta al suo medico e non è cosa da “fai da te” e tanto meno da prescrizione online. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo