Citomegalovirus: è possibile la trasmissione con un bacio? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, mia moglie è nella 13 settimana di gravidanza. Abbiamo già una figlia di 18 mesi che oggi ha dato un bacio sule labbra ad un bambino della stessa età che ha il citomegalovirus
. Volevo sapere: 1. se è possibile che sia stata contagiata con un singolo bacio e quanta probabilità c’è 2. quanto pericolosa fosse la malattia per la gravidanza se mia moglie venisse contagiata ora 3. quali problemi può causare al bambino. Grazie

1: Sì, se c’è un’infezione in atto un singolo bacio è sufficiente per il contagio; 2 e 3 consulti la pagina del sito dedicata al citomegalovirus. Una domanda la faccio io. Come ha fatto a sapere che il bimbo baciato sulle labbra è affetto da un’infezione in atto da citomegalovirus? Non è per caso che ha confuso con la mononucleosi? In ogni caso non se ne faccia un gran problema. Una cosa utile è verificare lo stato immunitario di sua moglie nei confronti del CMV. Se è immune (presenza delle IgG) già può contare su una discreta protezione. Se non lo fosse, le possibilità di danni al feto sono abbastanza remote, anche se non del tutto assenti, poiché si ammettono delle rare reinfezioni. Esistono inoltre delle terapie con gammaglobuline specifiche, ma ancora hanno carattere sperimentale e non c’è ancora evidenza scientifica di sicura efficacia In sostanza l’infezione da CMV in gravidanza è una di quelle affezioni per le quali non abbiamo armi efficaci, al punto che in Europa non è previsto nelle linee guida il relativo screening. Lo stesso SSN italiano non consente questi esami gratuitamente. Consulti anche il suo ginecologo, per stabilire un piano di controlli. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo