Chlamydia | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Caro dottore, ho un dubbio che mi tormenta l’anima. Sono alla 34° settimana di gestazione ho eseguito un tampone dal quale è risultata
la positività alla chlamydia. Il mio ginecologo mi ha prescritto un antibiotico, il “zitromax” più 2 ovuli intervallati da una pausa di 10 giorni, in totale sono 2 scatole di antibiotico. Le mie paure sono due: se ero già positiva all’inizio della gravidanza la mia bambina ne ha risentito? E questo antibiotico può nuocerle? Che problemi porta la chlamydia per me e la mia bambina? Infinitamente grazie aspetto sue risposte.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Barbara 75,
la rimando alla pagina del sito dedicata alla chlamydia. Comunque la
chlamydia rappresenta più un pericolo di infezione per il neonato al momento
del parto che non un rischio di malformazioni. Per questo è corretto
sottoporla a trattamento anche in questa fase della gravidanza. Cordiali
saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo