Anonimo

chiede:

Salve, sono una donna di 43
anni con un figlio di 5 anni. Prima della
gravidanza ho avuto spesso
episodi di “candida albicans”, sempre curati con
opportune terapie e
con successo. Dopo il parto, ossia per circa 4 anni,
sono stata
benissimo. Dopo 4 anni di nuovo problemi. Ho fatto un tampone
vaginale e il risultato è stato: “candida albicans” e “gardnerella
vaginalis”. Il ginecologo mi ha prescritto la seguente terapia:
furotricina
ovuli per 6 giorni, ganazolo lavande per 5 giorni e
diflucan compresse (2) 1
cpr. a me e una a mio marito. Eseguita la
terapia, il tutto sembrava
risolto, ma non era così. L’abbiamo
ripetuta in coppia ancora un mese, poi
un altro… adesso non so più
cosa pensare. Si è ripresentato di nuovo il
problema. Lei pensa sia un
fatto da imputare alla terapia non idonea? E se
sì, qual è il consiglio
più giusto? Grazie per la risposta

Cara signora,
risolvere una candida recidivante è complicato. Le
consiglio di ripetere il tampone vaginale con antibiogramma e
antimicogramma per poter trattare il suo problema con farmaci adeguati.
Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo