La valigia per l’ospedale!

Consigli utili e check list delle cose che non dovrebbero mancare nella valigia per l'ospedale, da preparare in anticipo in vista della data del parto.
La valigia per l’ospedale!

Mancano circa quattro settimane alla data presunta del parto. Per evitare corse frenetiche e l’ansia dell’ultimo minuto, sarebbe meglio cominciare a preparare la valigia per l’ospedale con calma.
I più raccomandano di preparare addirittura la valigia già dal settimo mese, proprio per evitare che si arrivi al momento delle doglie e dimenticare qualcosa di indispensabile da portare con sé: ecco i consigli delle mamme di gravidanzaonline.it per te e per il tuo bambino.

Per le ritardatarie niente paura: con la lista a portata di mano il marito o la mamma in mezza giornata riusciranno a procurati tutto l’occorrente!

Sarebbe utile chiedere o, ancor meglio, fare un piccolo sopralluogo delle stanze di degenza per verificare quanto spazio si abbia a disposizione nell’armadietto e di conseguenza scegliere una valigia/borsa della giusta misura! Inoltre è sempre bene fare riferimento al personale delle Unità Operative dove si intenderà partorire, perché le esigenze potrebbero essere diverse da un ospedale all’altro. Dopodiché è bene passare subito alla caccia dei seguenti articoli:

Cosa occorre alla mamma

  • La cartella clinica ostetrica contenente tutti gli esami e le ecografie eseguite durante la gravidanza
  • Tessera sanitaria
  • Documento di riconoscimento valido e sua fotocopia
  • Camicie da notte aperte davanti, almeno 4/5 (si suda tanto con l’allattamento!)
  • Golfino/vestaglia per girare nel reparto in maniera un po’ più pudica… (meglio sempre se aperti davanti!)
  • Pantofole
  • Reggiseno per l’allattamento, almeno 3 (di solito la montata lattea non arriva immediatamente, quindi una taglia comoda che si porta nel pre-parto dovrebbe andar bene)
  • Coppette assorbilatte (da non usare in caso di ragadi!), una scatola
  • Pancera (ma in alcuni ospedali la sconsigliano: informatevi prima con l’ostetrica!)
  • Assorbenti post-parto (consigliati quelli in ovatta e garza)
  • Asciugamani
  • Panno carta per bidet
  • Garze sterili per bidet (soprattutto in caso di punti)
  • Detergente intimo (meglio se specifico per post parto o tintura madre di calendula)
  • Olio di mandorle per idratare il seno (non è tossico per il bebè; in alternativa salviettine allattasicura, che detergono ed idratano insieme) oppure Purelan100 (lanolina pura, non serve lavare il seno prima della poppata)
  • Spazzolino, dentifricio, bagnoschiuma, shampoo, deodorante, spazzola, elastici (soprattutto per il parto, ma si suda sempre tra temperatura alta del reparto ed allattamento!), burro di cacao (ci si disidrata molto)
  • Profumatore ambienti (spesso il bagno è cieco e da dividere con un’altra persona)
  • Catino per bidet
  • Bottiglietta per bidet
  • Salviettine o spray disinfettante per sanitari
  • Mutandine a rete usa e getta (almeno 6)
  • Fogli copriwater
  • Spugna per doccia
  • Accappatoio
  • Ciabattine plastica per doccia
  • Carta igienica (solo alcuni H: chiedere al proprio!)
  • Posate e tazze (solo alcuni H: chiedere al proprio!)
  • Salviette igieniche umidificate
  • Riviste (solitamente c’è un’edicola in ospedale: verificare!)
  • Succhi di frutta (spesso si trovano nei distributori automatici in ospedale: verificare!)
  • Acqua (spesso si trova nei distributori automatici in ospedale: verificare!)
  • Soldi spiccioli per i distributori automatici! (ove presenti)
  • Lucchetto di piccole dimensioni per l’armadietto
  • Cellulare con carica batteria
  • Macchina fotografica con caricabatteria
  • Telecamera con caricabatteria e cassettina di ricambio
  • Un bell’I-pod (od un vecchio walkman!), perché non sapete chi vi mettono in camera… e soprattutto i parenti!

Cosa occorre al neonato

Alcuni ospedali richiedono che l’occorrente per i neonati sia ordinato in singoli sacchetti con chiusura ermetica con una targhetta adesiva dove indicare nome e cognome del frugoletto: informatevi presso il vostro ospedale! Quindi:

  • Tutine (o ghette e coprifasce, cioè magliettine aperte dietro), in cotone a manica lunga, almeno 4/5
  • Body (o maglietta intima, mutandine e calzini), in cotone, almeno 4/5
  • Babbucce
  • Camicino portafortuna
  • Bavaglini
  • Golfino/giacca/tutina piuma oca per le dimissioni, a seconda della stagione
  • Cappellino e sciarpina (quest’ultima in inverno ovviamente) per le dimissioni
  • Copertina cotone o lana per le dimissioni, a seconda della stagione
  • Ciucci
  • Lenzuolini (solo alcuni H: chiedere al proprio!)
  • Pannolini (solo alcuni H: chiedere al proprio!)
  • Accappatoio per neonato
  • Pettinino per capelli ad uso personale

Cosa occorre al papà

  • Camice per la sala parto (solitamente viene fornito dall’ospedale)
  • Snack (spesso si trovano nei distributori automatici in ospedale: verificare).

Buoni preparativi a tutte.

Leggi anche => Come capire quando recarsi in ospedale?