Sollevamento pesi al nono mese, è polemica

Sollevamento pesi al nono mese, è polemica

Bella, sportiva, campionessa di bodybuilding e appassionata di sollevamento pesi, al nono mese di gravidanza. La 35enne Lea-Ann Ellison, ha causato clamore sul web per alcune foto apparse sul suo profilo Facebook che la ritraggono bellissima e molto incinta, mentre si allena sollevando pesi.

La pesista di Los Angeles, fiera del suo stato di “mamma sexy”, ha fatto però storcere il naso a molte mamme americane che l’hanno bollata, nel migliore delle ipotesi, come “incosciente”. Altre hanno definito quelle immagini “disgustose”. C’è chi le ha dato addirittura della stupida: “I pesi vanno bene, ma questo è semplicemente stupido”. Dice un’altra: “Questa donna è una vergogna. La gravidanza è un momento per prendersi cura di sè stessi e del proprio corpo, non un momento per provare a superare i propri limiti”.

Ellison, incinta del suo terzo figlio, che nascerà tra circa due settimane, rispedisce al mittente tutte le accuse, dal momento che afferma orgogliosa: “la gravidanza non è una malattia“.

Ma, fortuna per lei, c’è anche qualche mamma fuori dal coro che la difende. Carol Metzger Bolliger per esempio scrive: “Sono incinta di tre gemelli, al sesto mese, e faccio ancora il più possibile cross-fit“. Un’altra aggiunge: “Dovremmo essere più preoccupati di una donna incinta che mangia al McDonald’s tutti i giorni!“.

L’esercizio fisico durate la gravidanza, fanno sapere dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists, “può ridurre la durata del parto e diminuire eventuali complicazioni”, ma le donne dovrebbero scegliere attività leggere e che riducano al minimo potenziali traumi per il feto.