Giornata mondiale contro il cancro infantile 2021: prospettive e speranze

La cura, la speranza e il benessere del bambino sono gli obiettivi principali della Giornata mondiale contro il cancro infantile 2021: una manifestazione atta a creare un futuro migliore per i bambini di tutto il mondo.

La Giornata mondiale contro il cancro infantile 2021 ricorre il 15 febbraio. Promossa dal Childhood Cancer International (CCI) a livello mondiale, la giornata ha l’obiettivo di promuovere temi e sfide rilevanti per il cancro infantile e sottolineare l’impatto che ha su bambini, sulle loro famiglie, sui pazienti che sono guariti e sulla società in generale.

Perché è importante celebrarla e quali sono le aspettative e le speranze per il futuro dei bambini? Di seguito i dati sull’Italia e nel mondo e la possibilità di intervenire efficacemente contro i tumori in età pediatrica.

Giornata mondiale contro il cancro infantile: cos’è e quali sono gli obiettivi

Questa giornata dedicata alla ricerca sul cancro infantile e alle prospettive future nasce principalmente per sensibilizzare l’opinione pubblica sui tumori infantili e per esprimere sostegno sia ai bambini affetti da cancro sia alle loro famiglie.

Uno degli obiettivi più rilevanti della Giornata mondiale è fare luce sulla necessità di garantire un accesso più equo al trattamento e alla cura per tutti i bambini con cancro in ogni parte del mondo. Questa Giornata è stata istituita dall’OMS – Organizzazione mondiale della Sanità nel 20o2 e promossa dal Childhood Cancer International (CCI) vede la partecipazione di 188 associazioni e reti di associazioni di genitori in 93 paesi e 5 continenti.

In Italia, la Federazione italiana associazioni genitori oncoematologia pediatrica FIAGOP, socio fondatore di CCI, organizza ogni anno convegni medici scientifici e campagne di sensibilizzazione pubblica a favore della Giornata mondiale contro il cancro infantile.

La convinzione alla base della manifestazione, come si legge sul sito, è:

Ogni bambino con il cancro merita la migliore assistenza medica e psicosociale possibile, indipendentemente dal paese di origine, razza, situazione finanziaria o classe sociale.

Crediamo, inoltre, che la morte per il cancro infantile sia evitabile, con una diagnosi tempestiva e accurata, la disponibilità e l’accesso ai farmaci nonché una cura e un trattamento adeguati.

Clownterapia: curare il dolore dei più piccoli con il sorriso

Cancro infantile in Italia e nel mondo: i dati

L’impatto che il cancro ha sulle famiglie e sui bambini a livello globale è ancora molto elevato ed è per tale ragione che associazioni come la CCI sono determinanti per il sostegno ai malati e alla lotta al cancro.

A oggi, i tumori pediatrici continuano a essere la principale causa di morte correlata a una malattia non trasmissibile nei bambini di tutto il mondo. Ogni anno, a livello globale, vengono diagnosticati più di 300.000 bambini affetti da cancro. Come sottolineato dal  Ministero della Salute:

80% è il numero di bambini e adolescenti guariti dal cancro nei paesi industrializzati ma, si calcola che nei paesi poveri solo il 20% dei bambini ha la possibilità di ricevere una diagnosi precoce e un accesso a terapie d’eccellenza.

Nel nostro Paese, ogni anno si ammalano circa 1.500 bambini nella fascia di età 0-14 anni ma negli ultimi anni si sono raggiunti buoni livelli di cura e di guarigione per le leucemie infantili e i linfomi.

Le prospettive e le speranze per un futuro alla portata di tutti

In occasione della 20° Giornata mondiale contro il cancro infantile, tutte le associazioni e i membri del CCI si battono per un futuro migliore e alla portata di tutti i bambini. Inoltre, come si legge sul sito giornatamondialecancroinfantile.it, la prospettiva è includere nei diritti fondamentali per tutti i bambini con diagnosi di cancro anche:

  • Il diritto alla diagnosi precoce e corretta;
  • Il diritto di accedere a medicinali salvavita;
  • Il diritto a trattamenti medici di qualità;
  • Il diritto a seguire le cure, i servizi e le opportunità di sostentamento sostenibile per i sopravvissuti.

L’obiettivo che accomuna tutti in questa giornata è solo uno: il bene del bambino, infondendo prima di tutto la speranza verso un futuro migliore.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Salute e Benessere