Anonimo

chiede:

Salve, ho 26 anni, durante il V mese di gravidanza ho subito un appendicectomia già in peritonite, essendo in gravidanza i medici hanno preferito tagliare verticalmente dall’ombelico in giù, in seguito ad esso sulla cicatrice si è formato un cheloide che durante il taglio cesareo (sempre sula stella cicatrice) il chirurgo plastico ha cercato di rimuovere. A distanza di tempo mi sono accorta che c’è riuscito solo in parte e che nel punto dov’è rimasto sento delle fitte e molto prurito da non sopportare nè slip nè pantaloni. Inoltre attorno alla cicatrice la pancia ha assunto una forma strana e molto molliccia dandomi fastidio e prurito. Volevo sapere se posso risolvere entrambi i problemi tramite mutua..?? Cordiali saluti.

Gentile signora,
la cicatrice cheloidea può essere considerata una patologia e se meritevole di un qualche trattamento sarà possibile effettuarlo con SSN. Di solito il primo trattamento è con laser. Per la cute e la forma dell’addome credo di no se si tratta di un difetto estetico. Comunque deve essere visitata da uno specialista per capire cosa e come si può intervenire.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Medico estetico