Brando, significato e origine del nome

Scopriamo origini e significato del nome Brando e la sua diffusione nel nostro Paese.

Brando appartiene a quella serie di nomi che nasce per aferesi da vari nomi germanici come Aldobrando, Ildebrando, Aliprando, Liutprando, e via dicendo, talvolta usati anche con valore autonomo; alla base vi è sempre la medesima radice germanica brant, che può essere interpretata sia come “fuoco”, “brillante”, sia, in senso lato, come “spada” (poiché la lama di una spada “risplende come fuoco”), la stessa da cui deriva anche il nome Brant.

Tra i Brando celebri ricordiamo gli attori Brando De Sica e Brando Giorgi; interessante come la diffusione del nome abbia subito una vera e propria impennata negli ultimi anni nel nostro Paese: nel 1999, infatti, i Brando nati sul territorio nazionale erano 26. Un numero che nel tempo è più che decuplicato, andando a toccare la quota record di 421 nuovi nati chiamati in questo modo nel 2020. Negli ultimi vent’anni la popolarità del nome è andata sempre in crescendo.

Brando è un nome adespota, ovvero privo di santo patrono; per questo motivo l’onomastico può essere celebrato il 1° novembre, in occasione di Ognissanti, oppure, in alternativa, in uno dei giorni in cui si festeggia uno dei nomi di cui può costituire un ipocoristico.

 

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie