La storia della gravidanza trigemellare di Arianna e dei suoi gemelli prematuri

La storia di Arianna e dei suoi tre gemellini, nati a soli 28 settimane nel 2017: ecco la vita di una mamma e un papà alle prese con una quotidianità moltiplicata per tre.

Arianna Cinque è una mamma di tre gemelli che racconta attraverso i social la sua quotidianità meravigliosamente complessa alle prese con tre piccole vite che hanno rivoluzionato la sua esistenza e quella del marito, Emiliano Carpinelli, poco più di tre anni fa. La storia inizia con una gravidanza trigemellare che porta alla nascita dei tre bimbi prematuri: Lavinia, Ludovica ed Emiliano Jr nascono infatti a sole 28 settimane il 5 agosto 2017 presso il Policlinico A. Gemelli di Roma, dove Arianna era ricoverata da quasi un mese.

Non pesavano neanche un chilo”, ricorda oggi Arianna, pensando a quei giorni difficili, che li hanno costretti a trascorrere molto tempo in terapia intensiva prenatale. Centodiciannove giorni, per la precisione.

Parto trigemellare, quando la gravidanza è multipla: le cose da sapere

Giorni in cui alla preoccupazione e la paura di non farcela si mescola la speranza. E dopo quasi 4 mesi, Lavinia, Ludovica ed Emiliano riescono finalmente a fare il loro ingresso a casa con mamma e papà e a iniziare una vita vera. Arianna però non dimentica l’esperienza del parto prematuro, e ogni anno, nel giorno dedicato alla prematurità, che cade il 17 novembre, rivolge un pensiero speciale a quei difficili momenti e ai suoi piccoli grandi guerrieri che si sono conquistati pezzetto dopo pezzetto la vita.

Questo quello che scrive mamma Arianna, ricordando quel lontano 5 agosto 2017 e ritraendo i tre gemellini ormai cresciuti con le dolcissime microscopiche tutine indossate nei primissimi giorni di vita.
Eccoli i nostri piccoli grandi guerrieri. Tre anni e ogni giorno non faccio altro che ringraziare. 5 agosto 2017 nati a 28+1. Lavinia ore 12.38, 33cm, 970 g; Emiliano J ore 12.40, 36 cm, 930 g; Ludovica ore 12.42, 33 cm, 730 g. Non posso mai dimenticare, e ho questi loro oggetti sempre “in mezzo” per ricordare e far capire loro da dove siamo partiti e quanta strada abbiamo percorso da allora.
E Arianna, insieme a papà Emiliano, attraverso il profilo Instagram – la cui scelta del nome, 3gemelli.macomefatecon3, risulta già esplicativa – racconta ad altre mamme, con un pizzico di ironia e tanta leggerezza, le gioie e le difficoltà di una vita alle prese con tre gemelli.
Ma non solo, Arianna ha anche deciso di raggruppare le sue storie e mettere al servizio di altre mamme l’esperienza vissuta con i suoi tre bimbi, realizzando un libro dal titolo Diario di una vita che nasce, un’agenda preziosa, come lei stessa dichiara, in cui ripercorre e racconta le tappe che ha vissuto dal momento in cui ha scoperto di essere incinta al primo anno di vita dei suoi piccoli.
Del resto si sa, la vita di un genitore alle prese con dei gemelli non è certo una passeggiata e qualche piccolo consiglio o dritta per neogenitori poco esperti e spaventati non può che essere un buon inizio. Da attività quotidiane e piccoli lavoretti per intrattenere in modo originale e divertente i più piccoli e tenerli impegnati, specie in momenti come questi, che ci costringono a stare prevalentemente in casa, fino a consigli più disparati sui vari aspetti della fase dell’infanzia, soprattutto rivolti a chi deve fronteggiare la complessa gestione di più bambini insieme.
È forse proprio questo aspetto che oggi più che mai, nell’era dei social e della condivisione, diventa una preziosa risorsa per ricordare a mamme e papà che non esiste una regola perfetta, ma tante prove, cadute e successi e la voglia di godersi ogni giorno ogni più piccola gioia e conquista.
E l’impegno a documentare la complessa e affascinante vita con tre gemelli non è sposato solo da mamma Arianna, ma anche del marito di quest’ultima, Emiliano, che ci regala un punto di vista spesso poco preso in considerazione e adeguatamente valorizzato, quello dei papà. Anche lui ha infatti scelto di aprire un profilo Instagram dedicato ai tre figli, dando voce alla sua esperienza di papà di tre gemelli.
Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Storie