Giorgia e la vita con 7 figli: "Così aiuto le mamme a non sentirsi inadeguate"

Giorgia è una giovane mamma di sette figli che attraverso il suo seguitissimo profilo Instagram racconta alle altre donne con ironia e leggerezza che la perfezione non esiste. Ecco la vita "normale" di una famiglia numerosa.

Sette figli. Al solo pensarci, molti di noi resterebbero a bocca aperta e la giudicherebbero un’impresa impossibile, invece Giorgia Mosca, giovane donna di 33 anni, e il marito Mirko ci dimostrano che tra ritmi frenetici e incastri da ingranaggi perfetti, si può. Loro sono infatti i genitori di 7 splendidi bambini, che vanno dai 14 anni a pochissimi mesi, con l’ultimo nato, Marco, venuto al mondo nel 2020.

La loro storia nasce molto tempo fa, quando Giorgia, a soli 18 anni, resta incinta. Nessun dubbio: Giorgia vuole diventare mamma e così, dopo pochi mesi, sposa Mirko e dà alla luce Giulia, che oggi ha 14 anni. È sempre stato il suo sogno, come ci rivela:

Ho sempre desiderato diventare mamma, certo, non avrei mai pensato di bruciare così le tappe. Ma non ho avuto il minimo dubbio. Del resto, dopo poco che ho iniziato a frequentare Mirko, ricordo che un giorno mi chiese: “Come ti immagini a 40 anni?” E io risposi: “Sposata con te con cinque figli”. Ecco, diciamo che già avevo le idee chiare ma non avrei mai immaginato di superare così le aspettative.

Da lì, la coppia inizia a frequentare la scuola serale, si trasferisce in una mansarda di 45 mq e inizia una nuova vita.

Non è stato così semplice all’inizio. Andavamo ancora a scuola, mi sono praticamente ritrovata ad allattare mentre facevo i compiti. Io e Mirko ci siamo iscritti al serale e abbiamo iniziato una vita molto diversa da quella dei nostri coetanei. Siamo cresciuti in fretta e abbiamo imparato subito ad essere indipendenti. Non è stato facile, ma non rimpiango nulla.

Dopo 3 anni, Giorgia e Mirko salutano l’arrivo di un nuovo figlio: Mattia, che oggi ha 11 anni e che fino allo scorso anno era l’unico maschietto della tribù, che conta ben cinque femminucce. Purtroppo negli anni successivi, Giorgia ha vissuto due aborti spontanei, e la ricerca della terzogenita, Gloria, è stata piuttosto complessa, come ci racconta:

La ricerca di Gloria è stata piuttosto complicata ed è arrivata a seguito di un periodo molto difficile: venivo infatti da due aborti spontanei. Ci è voluto quasi un anno prima che riuscissi a rimanere incinta. Oggi Gloria ha 7 anni ed è una tipa davvero tosta.

Poi nascono Giada, nel 2016, due anni dopo è la volta di Greta, e nel 2019 Gioia, nata nello stesso giorno della primogenita Giulia. Ma non è finita qui: perché nel 2020 arriva il secondo maschietto di casa, Marco.

Ora la tribù è al completo, ma Giorgia non assicura al 100% che il numero resti quello. Ce lo dice con un tono simpatico e scherzoso, quello che l’accompagna sempre e con cui comunica una grande leggerezza e voglia di prendere la vita come viene:

Abbiamo chiuso i battenti, l’idea è quella di fermarsi, anche perché abbiamo 9 posti in auto e non saprei dove mettere un ottavo bambino, dovrei prendere la patente del pullman! Ho sempre detto basta a ogni gravidanza, e guarda dove siamo. Insomma, la verità è che non so se sia realmente finita qui… se mi sente mio marito, scappa a gambe levate!

Ed è proprio questo atteggiamento rilassato e sereno che consente a Giorgia di gestire al meglio una vita così caotica senza perdere la bussola:

Sono una mamma molto tranquilla, easy, non potrei essere agitata, altrimenti impazzirei con sette figli. Prendo le cose come vengono. A casa mia il disordine è all’ordine del giorno. La perfezione è impossibile in una situazione normale, figuriamoci con sette figli!

Ma la vita in una famiglia numerosa ha delle regole precise, come ci spiega Giorgia:

Tutti in casa sono collaborativi. I più grandi mi aiutano, mi danno una grande mano. Li ho educati sin da subito ad essere indipendenti e autosufficienti. Non abbiamo donne delle pulizie o baby sitter, il loro aiuto è fondamentale ed è giusto che imparino a crescere ed essere responsabili. Sono una mamma severa: si ride, si scherza ma servono anche delle regole. Io e Mirko siamo cresciuti in fretta e abbiamo imparato a essere indipendenti: è quello che cerco di insegnare ai miei figli.

Sull'educazione dei figli chi decide davvero?

E la storia di Giorgia in breve tempo è diventata anche apprezzatissima nel mondo dei social. Il suo profilo Instagram, dal nome 6voltemamma, a oggi conta più di 100mila follower, ma la decisione di aprirlo risponde a una precisa scelta di Giorgia.

L’ho aperto nel giugno 2019. Ero in ospedale durante un controllo, mentre ero incinta della mia penultima bimba, Gioia. Avevo avuto Greta l’anno prima e avevo sofferto di depressione post-partum. In realtà, a ogni gravidanza sono purtroppo seguiti questi momenti bui. Insomma, era un periodo non facile, sapevo che di lì a poco avrei partorito ed ero ormai certa che avrei dovuto rivivere nuovamente la depressione post-partum. Così, mi sono decisa a trovare un hobby, qualcosa che mi tenesse impegnata e mi distraesse la mente: ho scelto Instagram. Ho aperto il mio profilo e in poco tempo ha avuto molto successo.

Ma Giorgia ha un preciso scopo con il suo profilo, quello di raccontare la vita di una mamma normale, alle prese con una quotidianità incasinata, una casa in disordine, una vita imperfetta:

Ero stanca di vedere questi profili di mamme tutte perfette. Volevo raccontare la realtà: mostrarmi per come sono e dire alle mamme là fuori che non devono sentirsi inadeguate, perché nessuno vive una vita perfetta. Sono una persona molto naturale e genuina, nel bene e nel male, e credo sia questo che piace alle persone che mi seguono. Molte mamme mi scrivono: guardando il tuo profilo mi sento bene, smetto di sentirmi inadeguata. Insomma, sono contenta di poter aiutare le altre donne a sentirsi meglio.

Ma anche per Giorgia, Instagram è diventato qualcosa di speciale:

Instagram mi ha aiutato tantissimo, è come uno psicologo per me: ho un bellissimo rapporto con le mie follower, sono delle amiche virtuali. Pensa che una signora di 71 anni di recente mi ha scritto due pagine di lettere emozionanti, dicendo che è sempre a casa da sola e che io le rallegro le giornate. Per me questa è la vera ricchezza di un mezzo potente come un social.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Rating: 3.0/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Storie