L'importanza del ruolo dell'ostetrica (durante il parto) raccontato delle mamme

Storie, racconti di vita e testimonianze di chi ha partorito con un'ostetrica accanto a sostenerla e incoraggiarla con parole di forza e piene di empatia.

Il ruolo dell’ostetrica non è solo di preparazione al parto o di supporto per il periodo del puerperio: questa figura professionale ha ovviamente anche un’importanza cruciale durante il parto, quando accompagna le mamme e i papà in quel viaggio che porta alla nascita di un bambino. Oltre a spiegare le tecniche di travaglio più sostenibili e a dare una mano attiva con l’avvio dell’allattamento, l’ostetrica ha anche il compito di sostenere emotivamente la mamma, impegnata in una prova di forza e resistenza non da poco.

Sul nostro profilo Instagram abbiamo raccolto delle bellissime testimonianze sul ruolo dell’ostetrica o dell’ostetrico durante il parto, racconti di vita vera che mettono al centro una figura professionale qualificata non solo per dare una mano dal punto di vista sanitario, ma anche psicofisico. Il benessere materno è il suo obiettivo principale, non soltanto nelle fasi pre-parto o post-parto, ma anche e soprattutto nelle concitate fasi del parto.

Post partum, i consigli dell'ostetrica per il benessere (fisico e mentale)

Il ruolo dell’ostetrica durante il parto: un sostegno imprescindibile

Tra parole di incoraggiamento, carezze, massaggi e incitamenti, le ostetriche, nel quadro che abbiamo dipinto su Instagram grazie alle testimonianze delle followers, hanno davvero fatto la differenza in quei momenti difficili.

Mi ha incoraggiata, mi ha fatto cambiare posizione, mi ha ascoltata tenuta per mano! Grazie Giulia ❤️

Mi hanno fatto partorire le 2 ragazze ostetriche, che sono state fantastiche, mi hanno trasmesso tanta forza anche e soprattutto nel momento in cui pensavo di non farcela! Sono degli angeli che ti assistono🌺 io ho un ricordo bellissimo di loro!

Con il primo avevo un ragazza dolcissima che mi incoraggiava ad ascoltare il mio corpo durante tutto il tempo del travaglio mentre con la seconda ho avuto due ragazze altrettanto dolcissime che addirittura vivevano mettermi della musica durante il travaglio ma io ero troppo presa dal dolore, mi ricordo che a una delle due tenevo la mano e lei mi massaggiava la testa ❤

Coraggio è la parola che ricorre più spesso in questi racconti: sebbene la presenza del partner accanto infonda tranquillità, è la figura professionale dell’ostetrica a regalare alla donna che sta per partorire ciò che cerca di più: sicurezza e calma.

Il ruolo fondamentale del partner in sala parto (raccontato con le vostre parole)

Altre testimonianze raccontano di un altro grande potere che l’ostetrica mettono in campo durante il parto di una loro paziente: l’empatia.

Ostetriche fantastiche… carezze, massaggi, supporto psicologico!!! Abbiamo partorito “insieme”😂!

Mi chiedeva scusa ogni volta che mi chiedeva di far qualcosa! E mi ripeteva che andavo forte e continuare così (per ore, adesso che ci penso). Alla fine era dispiaciuta di avermi chiesto di spingere più forte e veloce perché si iniziava a vedere liquido amniotico scuro, avrebbe preferito che spingessi con miei tempi 🤗 sono stata fortunata a trovare lei di turno!

Mi ha tranquillizzata, incoraggiata, aiutata a trovare la posizione giusta… e ho dovuto partorire sola causa COVID… per me la sua dolcezza è stata fondamentale!

Anche nelle difficoltà che possono intervenire in un parto è ancora una volta l’ostetrica, nel bellissimo racconto di una nostra lettrice, ad aver contribuito a cambiare l’atmosfera.

È stata un pilastro, davvero… A un certo punto si è resa conto che c’era qualcosa che non andava e mi ha aiutato a spostarmi di stanza per portarmi in sala parto. Non so come abbia fatto a reggermi mentre ci muovevamo (ero in pieno travaglio attivo e ho avuto due contrazioni nel tragitto) mi ha aiutato a stendermi sul letto con le maniglie e poi quando finalmente è nato in un attimo ha tagliato il cordone (tre giri intorno al collo) e assieme a tutto il resto del team che è arrivato (ginecologo, pediatra, altre ostetriche) hanno rianimato subito mio figlio! Ha avuto l’intuizione giusta, ha capito che ci stavo mettendo troppo tempo ed è stata una grande💪🏼 partorisco di nuovo tra meno di un mese magari la ritrovo, chissà!

Il potere lenitivo di una carezza, di un massaggio e di una parola di conforto non sono le uniche cose per il quale chi ha vissuto l’esperienza del parto ricorda l’ostetrica che era con lei in quel momento. Soprattutto in tempo di Covid, con le procedure che limitano di molto l’accesso di persone vicine alla mamma in ospedale.

Ieri mattina quarto parto, in mezz’ora passo dalla prima contrazione a dilatazione 10, parto precipitoso, un dolore mai provato, sembravo impazzita. In sala parto solo ostetriche tra anziane e di esperienza e giovani piene di entusiasmo, mi hanno dato tutto quello che avevano per aiutarmi a dare alla luce la mia Ginevra… Non so se ce l’avrei fatta senza di loro. Grazie❤️

Non avevo un’ostetrica personale, ma durante il parto ho trovato quella di turno e devo dire che sono stata molto fortunata. In tempi di Covid con nessun parente vicino il loro ruolo è ancora più importante! Mi ha aiutato tantissimo spiegandomi come e quando spingere, mi ha stretto la mano, mi ha rassicurato, è stata molto professionale!

Mi accarezzava, mi seguiva con la respirazione, mi massaggiava dopo ogni contrazione la zona dei reni… mi stringeva le mani quando dovevo dare le giuste spinte. È stata di grande supporto!

L'impatto (negativo) del Covid su gravidanza, parto e nascite, il nuovo studio

Tra le qualità più apprezzate in un’ostetrica o in un ostetrico c’è la pazienza. E il non voler affrettare un processo che ha bisogno dei suoi tempi e di tanta delicatezza, non soltanto nei toni ma anche nei modi.

Per me è stata come un angelo, mi ha accolta, supportata, consigliato e spiegato come mi sarei sentita anticipando quello che avrei provato e spiegandomi cosa fare, con tutto il Covid e le mascherine il suo sguardo mi ha guidata e incoraggiata, non mi ha mai lasciata sola, mi ha capita e ha avuto una delicatezza e una dolcezza incredibili! Ancora ho i brividi se ripenso al momento più bello della mia vita e mi commuovo perché la sua presenza lo ha reso ancora più emozionante e unico!

Una ragazza davvero bravissima ricordo ancora il suo nome. Mi aiutava in tutto, mi spiegava ogni singola cosa. Quando è nata mia figlia mi ricordo di averle detto: posso abbracciarti? L’ho ringraziata tipo 100 volte! Ho visto il suo sguardo davvero commosso. Un momento magico in tutto.

La mia ostetrica è stata paziente e dolce, mi ha insegnato e seguita sulla respirazione, incoraggiata, tenuta per mano, capita e ascoltata. Due ne ho avute per cambio turno, entrambe la dolcezza e bravura in persona!

Infine, la libertà: un’ostetrica dedita alla causa e davvero ispirata dal suo lavoro lascia libera la sua paziente di provare tecniche nuove (di respirazione o per il travaglio), di mettersi a suo agio. Per non farla sentire costretta, o peggio, violata, in un momento così sacro.

Io ho un bellissimo ricordo della mia ostetrica, mi ha seguito tantissimo dall’inizio, alla fine. A un certo punto è andata a prendere un caffè e quando non l’ho più vista ho iniziato a chiamare urlando 😂 avevo proprio bisogno della sua presenza, mi ha messo a mio agio.

Mi ha lasciata libera di provare tutto ma così tanto che alla fine non sapeva più cosa inventarsi, ha tirato fuori pure un materasso sul quale stendermi in mezzo alla sala parto! E poi rideva tanto alle battute che mi facevo da sola sul mio stato. Giulia e Barbara le ricorderò per sempre: dispiace non averle salutate, loro sono abituate ma per noi sono veri angeli, in quel momento sono famiglia.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie