Girello: pro e contro e i modelli più sicuri - GravidanzaOnLine

Girello, sì o no? Le 5 cose da ricordare sempre se il bambino lo usa

Non sempre il girello è adatto ad accompagnare i bimbi nei loro primi passi. A volte può anzi essere pericoloso, soprattutto se non vengono seguite norme di sicurezza.

I bambini amano il girello, che è il primo strumento che consente loro di scoprire il mondo in relazione al proprio corpo, muovendo gradualmente i primi passi e coordinando i gesti.

Ha una struttura di metallo che forma una base ampia e solida e al di sotto 6-8 piccole ruote. La struttura è spesso ripiegabile a fisarmonica con un blocco di sicurezza. Come piano di appoggio e paraurti c’è un tavolino/vassoio. L’imbracatura è in plastica o in tessuto, sostenuta da tubi metallici.

I bambini lo apprezzano perché consente loro di mettersi in piedi da soli e di muoversi in autonomia. Solitamente è intorno al settimo mese che iniziano a sentire questi bisogni, che un girello può di certo facilmente soddisfare, lasciando un margine di libertà anche ai genitori.

Ma esistono innanzitutto dei rischi legati all’utilizzo, pericoli che un genitore deve conoscere. Non solo: gli stessi specialisti sono in disaccordo in merito al reale benessere apportato da questo strumento. La stessa American Academy of Pediatrics e altre organizzazioni internazionali per la salute e la sicurezza del bambino non raccomandano ai genitori l’utilizzo del girello. Il Canada ne ha addirittura vietata la vendita.

Secondo un’analisi pubblicata sulla rivista Pediatrics dall’American Academy of Pediatrics:

Si stima che 230.676 bambini di età inferiore a 15 mesi siano stati trattati per lesioni infantili legate al girello nei reparti di emergenza degli Stati Uniti, dal 1990 al 2014. La maggior parte dei bambini ha riportato ferite alla testa o al collo (90,6%) e il 74,1% è rimasto ferito cadendo dalle scale. Tra i pazienti che sono stati ricoverati in ospedale (4,5%), il 37,8% ha riportato una frattura del cranio.

Pro e contro del girello: quando usarlo

girello

Studi pediatrici in merito all’utilizzo del girello hanno evidenziato che sarebbe addirittura controproducente nell’apprendimento dell’equilibrio e nella coordinazione dei movimenti: tutto ciò verrebbe ritardato, più che agevolato.

Sotto accusa c’è soprattutto la postura scorretta a cui il girello obbliga il bambino, premendo sull’anca e inducendolo a camminare in punta di piedi. Inoltre, impedirebbe lo sviluppo dell’abilità a “cadere bene”.

Non va però dimenticato che alcuni bambini sviluppano più tardi la capacità di mettersi in piedi e muovere i primi passi, oppure sono pigri e poco propensi a mettersi in posizione eretta.

Anonimo

chiede:

Per alcuni questo traguardo arriva anche dopo il compimento del primo anno di vita. Questi sono casi in cui il girello può essere un buon compromesso, così come nel caso di bambini in sovrappeso. Ciò che i pediatri consigliano è comunque un uso sporadico, non continuativo, solo per brevi periodi di tempo.

Come scegliere il girello migliore

girello

Esistono moltissime tipologie diverse di girello: alcuni diventano piccole biciclette con pedali, altri hanno la funzione dondolo, in altri il piano d’appoggio è progettato per intrattenere il bambino con giochi elettronici o pupazzi. In questo modo, oltre alle capacità motorie, si stimolano anche quelle sensoriali, attraverso luci, colori e suoni.

Il prezzo, chiaramente, in questi casi sale: un girello multifunzione può arrivare a costare anche 100 euro. Alcuni tra i migliori modelli di girello si trovano cliccando qui.

Ci sono norme europee ben precise in merito ai requisiti di sicurezza che consentono a un girello di essere immesso sul mercato e dunque venduto: per ottenere l’omologazione ci sono test sul ribaltamento (frontale e laterale), sulla stabilità (statica e dinamica) e sulla robustezza.

Le cose da ricordare sempre

Una volta acquistato e pronto per l’utilizzo domestico, ci sono certamente delle accortezze che ogni genitore deve avere:

  1. non lasciare da solo il bambino nel girello
  2. eliminare oggetti pericolosi dalle vicinanze (stufe, prese elettriche)
  3. non usare in presenza di ostacoli (scale, tappeti che potrebbero interferire con le ruote)
  4. non sollevare il girello quando il bambino è all’interno
  5. accertarsi che tutta la pianta del piede tocchi terra (non solo la punta)

In merito invece alle caratteristiche che un girello dovrebbe assolutamente avere le più importanti sono:

  1. assenza di meccanismi a scatto (il bambino potrebbe intrappolarvi le dita dentro)
  2. molle e cerniere devono disporre di coperture di sicurezza
  3. le parti in plastica e le vernici devono essere atossiche, ignifughe e facili da pulire (per preservarne l’igiene)
  4. altezza regolabile in base all’età del bambino
  5. sistema anti scivolo
  6. funzione rallenta corsa.
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Categorie