Anonimo

chiede:

Caro Dottore,
ieri sono andata a fare un’ecografia morfologica 3d in un centro privato e
mentre l’ecografo mi faceva l’ecografia, mi ha detto che c’era poco liquido
amniotico.
Io gli ho chiesto cosa potessi fare per questo problema, lui mi ha detto
che non devo fare niente.
Le riporto i valori che mi ha scritto sugli esiti:
AFI: 11, Falda massima 3,3 cm. Si segnala LA ai limiti inferiori di norma, si consiglia rivalutazione
periodica e controllo complessivo a 28 settimane con Fussimetria Doppler.
Io sono alla 23+2, i valori che mi ha riportato sono così bassi? Cosa
posso fare per aumentare il liquido, bere di più? Quali rischi corre la
bambina?
La prego mi dia un consiglio perché sono agitata.
Cordialmente

Redazione

Redazione

risponde:

La valutazione è compito del ginecologo o del centro che la segue in
gravidanza. Il parere dell’ecografista (l’ecografo è l’apparecchio) deve
essere reso noto al clinico il quale metterà in opera gli opportuni
controlli fino ad una diagnosi e quindi con l’attuazione dei provvedimenti,
se necessari. Da parte mia posso dirle che un AFI (amniotic fluid index) di
11 è buono. Non vorrei che, di fronte alla delusione per scadenti immagini
3D, l’assenza di ampie falde di liquido, necessarie per buone immagini di
aspetto spettacolare, sia stata scambiata per un elemento patologico. Ma
questa è solo una mia illazione, che potrebbe quindi non rispondere al vero.
Se vuole un mio consiglio, faccia una buona ecografia bidimensionale presso
un centro privato o pubblico di provata competenza. La 3D non serve per
questi interrogativi e rischia solo di darle i danni di un’eccessiva
medicalizzazione della gravidanza. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo