Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho fatto la translucenza nucale e il bi-test, la tn, a detta del ginecologo che l’ha eseguita e dal risultato è andata bene: 1,38 Mom: 0,91; al contrario, il bitest fatto nella stessa mattinata della TN ( entrambe a 12 settimane + 1 giorno) ha evidenziato un aumento del rischio per trisomia 21. Premetto che sto per compiere 39 anni e, quando partorirò, ne avrò 39 e qualche mese. Rischio combinato per età: 1:150 – Rischio combinato in base ai risultati degli esami: 1:197. Farò l’amniocentesi. Ho letto qua e là che un elevato numero di free beta hcg (nel mio caso, 157 mlU/mL con Mom corretta: 3,61 e PAPP-A 3,75 mlU/mL Mom corretta 1,03 ) può essere legato alla placenta diffusa. In una visita fatta in ospedale a 13 settimane+ 3 gg è stato stilato un referto in cui viene indicata: placenta diffusa. È possibile che già alla 13ma settimana si evidenzi questa tipo di placenta e che realmente, un valore alto di free beta hgc sia provocato dalla “eventuale” placenta diffusa?

Redazione

Redazione

risponde:

Il bitest integrato non gode della mia fiducia in quanto può causare apparente aumento di rischio per Down per altre ragioni (futuri ritardi di crescita o futura intolleranza glucidica, distacchi anche parcellari placentari etc).
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo