Anonimo

chiede:

Salve, ho avuto un mese fa un aborto alla quinta settimana, non mi hanno fatto raschiamento in quanto dopo un’eco il ginecologo ha appurato che il tutto si era espulso naturalmente e che le condizioni del mio apparato erano ormai normali. È possibile che dopo un mese io abbia ancora perdite ematiche che nell’ultima settimana siano anche diventate di colore marrone scuro? Ieri ho effettuato un test di gravidanza e le beta sono anche presenti in quanto è risultato positivo… il ginecologo mi disse che sarebbero scese e che le perdite sarebbero scomparse in breve tempo… e preoccupante secondo lei? Grazie, attendo riscontro …

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Angy, esegua una ecografia transvaginale ad alta risoluzione. Potrebbero infatti essere presenti residui trofoblastici ovulari.
In relazione al risultato ecografico, si valuterà l’opportunità o meno di eseguire una isteroscopia diagnostica. A seconda dei risultati, potrebbe essere indicata una revisione strumentale della cavità uterina.
A distanza di un mese da un aborto, la beta hGG plasmatica dovrebbe essere, seppur con discreta variabilità individuale, non dosabile o a bassissimo titolo.
È anche utile valutare l’andamento nel tempo della beta hGG plasmatica (incremento, decremento). Anche se poco probabili infatti andrebbero escluse situazioni come una pregressa gravidanza extrauterina o addirittura una nuova gravidanza (ipotesi sicuramente non molto probabile ma non impossibile).
Devo volutamente darle una risposta generica in quanto non mi fornisce dettagli a riguardo della gravidanza esitata in aborto (come è stata diagnosticata? È mai stata visualizzata una camera in utero, etc).
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo