Anonimo

chiede:

Gentili Dott., avrei bisogno di un consiglio. Ho 26 anni e io e mio marito stiamo cercando un bimbo da un anno. A fine settembre del 2012 ho smesso l’assunzione della pillola belara prescrittami da una ginecologa a causa del riscontro di ovaie micropolicistiche. L’ho assunta 1 anno e mezzo circa. Dopo la sospensione ho aspettato 6 mesi di amenorrea e poi ho fatto una visita di controllo in consultorio, dove mi hanno prescritto farlutal e in seguito clomid per l’ovulazione. Dopo l’assunzione di farlutal, ho avuto una “simil-mestruazione” (è un’emorragia indotta, ne sono cosciente) il 18/3/2013. Poi in realtà l’ovulazione PENSO non sia avvenuta (dico così perchè non c’è stato nessun monitoraggio ecografico…). Inizi maggio 2013 ho fatto un’altra visita da un ginecologo che si occupa anche di procreazione assistita, il quale mi ha detto di aspettare e di prendere integratori come preparto per stimolare le ovaie. Ad oggi (dopo 4 mesi dall’ultima visita), nessuna ripresa del ciclo spontaneo e test di gravidanza negativi (l’ultimo venerdì scorso). Cosa mi consigliate di fare?

Redazione

Redazione

risponde:

C’è sicuramente bisogno di una diagnosi, che non mi sembra ancora formulata. Un’amenorrea di così lunga durata deve essere studiata, per capire dove è il deficit. È trascorso un tempo sufficiente per rivolgersi ad un centro per la diagnosi e cura della sterilità di coppia, facendo studiare anche suo marito. Cordiali saluti e cari auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo