featured image

La scelta del pediatra

Il pediatra di fiducia (o pediatra di libera scelta) è lo specialista che sceglierai per la cura del tuo bambino e che lo seguirà fino a 14 anni.

La procedura per la scelta del pediatra è identica a quella per il medico di base. Infatti è sufficiente rivolgersi agli uffici della ASL locale per ottenere l’elenco dei pediatri che operano sul territorio di appartenenza. La scelta deve essere comunicata agli stessi uffici.

Se il pediatra scelto ha già raggiunto il tetto massimo di assistiti, che può variare da regione a regione, è sempre possibile attendere che si liberi qualche posto: i tempi di attesa sono variabili e del tutto casuali, in quanto dipendono dal fatto che un assistito compia i quattordici anni. Se il pediatra ha già in carico un fratellino o una sorellina del nuovo nato, è possibile accedere subito.

La scelta del pediatra, così come quella del medico di base, non è definitiva: i genitori possono in qualunque momento e per qualsiasi motivo cambiarlo: per farlo è sufficiente scegliere un altro nominativo tra quelli dell’elenco.

Il pediatra è obbligatorio per i bambini fino ai 6 anni; per i bambini tra i 6 e 14 anni la scelta può essere tra pediatra e medico di famiglia; gli adolescenti tra i 14 e i 16 anni, per motivi particolari e su richiesta motivata, possono continuare a essere assistiti dal pediatra di fiducia.

Il pediatra garantisce un orario di apertura dell’ambulatorio per cinque giorni la settimana ed effettua, quando è necessario o su richiesta, visite domiciliari. Durante le ore notturne e nei giorni prefestivi e festivi, per problemi che hanno carattere d’urgenza ci si può rivolgere alla guardia medica (medico di continuità assistenziale) dalle 20 alle 8 dei giorni feriali e dalle 10 del sabato o prefestivo (in alcune Aziende Usl l’attivazione è anticipata alle 8) fino alle 8 del lunedì o del giorno feriale successivo.

Il pediatra di libera scelta può associarsi ad altri pediatri (in associazione o gruppo). In questi casi, nei giorni feriali, qualora l’ambulatorio del proprio medico sia chiuso, è possibile rivolgersi per visite ambulatoriali urgenti, al medico associato.

condivisioni & piace a mamme