Sei giunta alla

15ª settimana

Il cuore della mamma pompa il 20% di sangue in più per fornire l’ossigeno necessario al feto, che potrebbe avere preso l’abitudine di succhiarsi il pollice. Attraverso la sua sottile pelle si vedono chiaramente i vasi sanguigni e si sta formando la struttura del cuoio capelluto.

immagine settimana 15

Il secondo trimestre viene spesso definito il periodo migliore della gravidanza: per molte donne lo è, ma possono comparire comunque alcuni fastidiosi disturbi. Vediamo quello che succede durante la quindicesima settimana di gravidanza.

Quindicesima settimana di gravidanza: la mamma

Il cuore della futura mamma in questo periodo lavora di più per rifornire ossigeno anche al feto, e pompa circa il 20% di sangue in più rispetto a prima della gravidanza. Questa quantità aumenterà ancora nel corso della gestazione, fino a raggiungere un massimo del 30-50% in più. I vestiti continuano a “restringersi”, e se non si ha nell’armadio qualche indumento comodo è utile fare un po’ di shopping premaman.

Quindicesima settimana di gravidanza: il bambino

Arrivati a questo punto della gravidanza il feto potrebbe aver sviluppato l’abitudine di succhiarsi il pollice o di sbadigliare. La sua pelle è molto sottile e si possono vedere chiaramente i vasi sanguigni. Ora si sta sviluppando anche la struttura del cuoio capelluto e alcuni capelli stanno già crescendo, come pure stanno crescendo ciglia e sopracciglia. Il cuore pompa energicamente il suo sangue e le orecchie funzionano: può iniziare a sentire suoni e rumori provenienti dall’esterno.

Quindicesima settimana di gravidanza: gli esami da fare

A partire dalla quindicesima settimana di gestazione è possibile effettuare un test di screening del sangue materno per evidenziare eventuali difetti del tubo neurale, chiamato test dell’alfafetoproteina, che individua anche la sindrome di Down. In questo periodo si ripetono gli esami del sangue e delle urine.

L’appetito aumenta e il peso va tenuto sotto controllo, in caso di incremento o diminuzione repentina è bene rivolgersi a un medico nutrizionista che può indicare alla futura mamma la dieta migliore da seguire.

Quindicesima settimana di gravidanza: le cose da sapere

In questo periodo è importante garantire un corretto apporto di vitamine e minerali. Anche il calcio è un elemento importante nello sviluppo del feto, in caso di carenza il medico può consigliare di integrarlo.

Per le donne che non hanno mai contratto la toxoplasmosi e per evitare altri disturbi alimentari è bene prestare attenzione ai cibi, che devono essere ben lavati (nel caso di frutta e verdura) e ben cotti (nel caso di carne e pesce).

Dopo le prime settimane di gravidanza, in cui probabilmente il desiderio sessuale è venuto meno, in questo periodo, con la scomparsa delle nausee, può tornare. L’appetito sessuale spesso è altalenante durante la gravidanza: qui vi presentiamo (con ironia) alcune situazioni “tipiche” legate al sesso in gravidanza.