featured image

Sarà un maschietto o una femminuccia?

Da sempre uno dei sogni dei futuri genitori è stato quello di poter scegliere il sesso del bimbo da concepire. A decidere il sesso del nascituro, è cosa ben nota, è l’uomo con il suo cromosoma X o Y. I suoi spermatozoi, infatti, possono essere di due tipi:

  • quelli che contengono un cromosoma sessuale di tipo maschile (tipo Y);
  • quelli con cromosoma femminile (tipo X);

Mentre l’ovulo della mamma contiene sempre un cromosoma sessuale femminile (X). Quindi, se l’ovulo è fecondato da uno spermatozoo X nascerà una femminuccia, mentre da uno di tipo Y si avrà  un maschietto.

Ma che cosa determina la selezione dello spermatozoo? È possibile favorire in modo naturale il concepimento di un maschio o di una femmina? Secondo alcune teorie sì, anche se nessuna è scientificamente provata. Vediamo cosa c’è di vero e cosa invece appartiene alla leggenda fra i vari metodi che la tradizione propone.

Il giorno del concepimento

Sembrerebbe che la scelta del giorno in cui si hanno rapporti possa determinare il sesso del nascituro. Se programmi il rapporto sessuale nel periodo prima dell’ovulazione il bambino sarà  maschio, se lo programmi dopo sarà  femmina. In particolare: se si desidera concepire un maschio, i rapporti devono coincidere con il giorno dell’ovulazione, per favorire gli spermatozoi Y, più veloci ma meno resistenti.

Se si vuole concepire una femmina, bisognerebbe fare l’amore due o tre giorni dopo l’ovulazione per avvantaggiare gli spermatozoi X che essendo più resistenti degli altri, hanno più probabilità di essere ancora vitali quando l’ovulo viene rilasciato. La realtà  invece dice che a parte i riscontri biologici che mancano, studi effettuati su grandi numeri non hanno trovato nessuna differenza

L’alimentazione

Secondo alcune teorie anche l’alimentazione svolge un ruolo importante nella determinazione del sesso del nascituro. Se consumi alimenti ricchi di sodio e potassio avrai un bimbo, se consumi alimenti ricchi di calcio avrai una bimba. La realtà sembrerebbe essere ben diversa: nessuna evidenza clinica sull’uomo ha mai evidenziato una relazione fra alimentazione e sesso del nascituro nel genere umano.

La temperatura

Ponendo una borsa di ghiaccio sui testicoli dell’uomo prima del rapporto sessuale l’eventuale concepimento darà luogo ad un maschio. Questo sistema funziona solo sulle uova dei coccodrilli (a 31,6° nasceranno solo maschi). Sull’uomo, invece, rappresenta solo una pericolosa tortura.

La posizione

Sembra che anche la posizione adottata durante il rapporto sessuale possa influire sulla determinazione del sesso. Una posizione che comporta una penetrazione profonda favorisce i veloci spermatozoi Y, che percorrono un tratto più breve per raggiungere l’ovulo ed evitano il tratto iniziale della vagina che è particolarmente acido. Se la penetrazione è poco profonda sono invece avvantaggiati gli spermatozoi X.

La tabella cinese

Pare che attraverso questa antica tabella cinese, ritrovata sepolta in una tomba vicino a Pechino dopo quasi 700 anni, incrociando il mese del concepimento con l’età della madre in quel momento, è possibile ricavare il sesso del bambino, con un’esattezza che arriva fino al 93%. Sempre secondo questo antico metodo di calcolo, le migliori probabilità di concepire un bambino si hanno se il concepimento avviene nel mese di luglio quando la madre ha 18, 20, 30 o 42 anni. Le migliori probabilità di concepire una bambina si hanno nel mese di aprile, quando la madre ha 21, 22 o 29 anni.

Le statistiche a lato indicano, in base all’età della madre al momento del concepimento, le percentuali di probabilità di avere un figlio maschio o femmina. Il Totale in basso indicano le stesse percentuali in base al mese di concepimento.

Mese di concepimento Statistica
Età Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic F M
18 F M F M M M M M M M M M 17% 83%
19 M F M F F M M F M M F F 50% 50%
20 F M F M M M M M M F M M 25% 75%
21 M F F F F F F F F F F F 92% 8%
22 F M M F M F F M F F F F 67% 33%
23 M M M F M M F F F M M F 42% 58%
24 M F F M M F M F M M F M 42% 58%
25 F M F M F M F M F M M M 42% 58%
26 M M M M M F M F F M F F 42% 58%
27 F F M M F M F F M F M M 50% 50%
28 M M M F F M F M F F M F 50% 50%
29 F M F F M F M M F M F F 67% 33%
30 M M F M F M M M M M M M 17% 83%
31 M M M M F F M F M F F F 50% 50%
32 M F F M F M M F M M F M 42% 58%
33 F M M F F M F M F M M F 50% 50%
34 M M F F M F M M F M F F 50% 50%
35 M F M F M F M F M M F M 42% 58%
36 M F M M M F M M F F F F 50% 50%
37 F F M F F F M F F M M M 58% 42%
38 M M F F M F F M F F M F 58% 42%
39 F F M F F F M F M M F M 58% 42%
40 M M M F M F M F M F F M 42% 58%
41 F F M F M M F F M F M F 50% 50%
42 M F F M M M M M F M F M 33% 67%
43 F M F F M M M F F F M M 50% 50%
44 M F F F M F M M F M F M 50% 50%
45 F M F M F F M F M F M F 58% 42%
TOTALE
F 43% 43% 50% 57% 43% 54% 36% 54% 54% 43% 54% 50% 46%
M 57% 57% 50% 43% 57% 46% 64% 46% 46% 57% 46% 50% 54%

 

La luna

Altro fattore che sembrerebbe incidere sulla determinazione del sesso del nascituro è rappresentato dalle fasi lunari. Infatti, queste ultime, così come influenzano le maree, sembrerebbero entrare in gioco anche nella casualità della scelta maschio-femmina. Sembrerebbe che una luna crescente favorisca la nascita di una femminuccia, mentre una luna calante quella di un maschietto! Garanzie scientifiche: nulle!!!

Procreazione assistita e eugenetica

Nella realtà, il sesso del bambino potrebbe essere determinato attraverso le moderne tecniche di procreazione assistita. I metodi sono sostanzialmente due: il primo consiste nel selezionare prima del concepimento lo spermatozoo che feconderà  la cellula, il margine di errore è in questo caso di circa il 20%, il secondo metodo consiste nel fecondare all’esterno dell’utero diversi embrioni, aspettare che si sviluppino e, successivamente prelevare da essi delle cellule ed analizzarne i cromosomi, in questo caso il margine di errore è praticamente nullo.

In conclusione, una piccola osservazione: non è più bello lasciar fare alla natura il suo corso?

condivisioni & piace a mamme