Test di gravidanza fai da te: quali sono ed efficacia - GravidanzaOnLine

Test di gravidanza fai da te: i metodi casalinghi sono attendibili?

Quali sono e come funzionano i test di gravidanza fai da te: efficacia e attendibilità dei metodi casalinghi per sapere se si è incinta.

Come noto, una gravidanza si palesa dopo un ritardo del flusso mestruale. Trascorso un giorno, o due, o tre, a seconda della regolarità dei cicli, sorge il dubbio che ci sia una gravidanza in corso. Un test di gravidanza sulle urine confermerà o smentirà il sospetto. Ma è possibile sapere prima del ritardo delle mestruazioni se si è incinta? Esistono dei metodi in grado di anticipare il responso del test di gravidanza sulle urine o sul sangue?

Secondo alcuni sì. Si tratta di metodi che vengono tramandati di generazione in generazione, ma sono davvero efficaci?

La risposta è no: solo un test di gravidanza e un esame del sangue per misurare la Beta hCG possono evidenziare la presenza di una gravidanza in corso, e questi metodi sono leggende e nulla più. Vediamoli nel dettaglio.

Test di gravidanza fai da te: quali sono

Oggi sapere se si aspetta un figlio è un’operazione molto semplice e alla portata di tutte: basta comprare un normale test di gravidanza al supermercato o in farmacia (ce ne sono di diversi tipi) e in pochi minuti si può sapere con un’elevata certezza se si è incinta o meno. Alcuni test sono in grado di riconoscere una gravidanza anche qualche giorno prima del ritardo del ciclo.

Si tratta però di un’opzione piuttosto recente: in passato la gravidanza veniva scoperta più tardi, e in attesa che venisse confermata si contavano i sintomi e ci si tramandava consigli più o meno originali – e, come vedremo, per nulla attendibili – su come scoprire se si era in dolce attesa.

1. Test di gravidanza fai da te con la candeggina

I test di gravidanza fai da te si basano sulle reazioni chimiche tra l’ormone Beta hCG che viene prodotto dopo il concepimento e una serie di ingredienti casalinghi di facile reperibilità. Si tratta di esperimenti davvero poco attendibili, poiché per rilevare la presenza dell’ormone della gravidanza è necessaria una reazione molto più sofisticata e precisa di quella data da ingredienti di uso quotidiano.

L’unico elemento che va nella corretta direzione è l’urina: anche in passato infatti ci si era accorti che da lì era possibile stabilire la presenza di una gravidanza, anche se non era ben chiaro come mai.

Tra i principali test di gravidanza casalinghi si trova un grande classico, che prevede l’utilizzo della candeggina. Alcune teorie sostengono infatti che se la candeggina viene mescolata all’urina di una donna in stato di gravidanza assumerebbe un colore rosso. Secondo altre interpretazioni, invece, se compaiono bollicine o una leggera schiuma significa che non c’è una gravidanza in corso.

Si tratta di un metodo del tutto inefficace e non privo di rischi: le esalazioni della candeggina sono tossiche, che sia incinte o meno.

2. Test di gravidanza fai da te con il solvente

Un’altra reazione che secondo le credenze popolari potrebbe indicare la presenza di una gravidanza è tra l’urina e il solvente per lo smalto, o acetone, che mescolati in un piccolo recipiente dovrebbero dare origine a piccole bollicine. Se non si verifica alcuna reazione significa che non c’è una gravidanza in corso.

3. Test gravidanza fai da te con il dentifricio

Gli ingredienti di questo esperimento sono un bicchiere di plastica e un po’ di dentifricio bianco. Dopo avere adagiato il dentifricio sul bicchiere si versa l’urina, e trascorsi alcuni minuti (non è chiaro quanti) se il dentifricio diventa di colore azzurro o blu significa che può esserci una gravidanza in corso.

4. Test di gravidanza fai da te con l’aceto bianco

Un altro metodo casalingo è a base di un ingrediente presente in ogni casa, l’aceto: anche in questo caso miscelando una certa quantità di urina e aceto bianco se si forma della schiuma o se il liquido diventa giallo o verdognolo significa che la donna è incinta.

5. Test di gravidanza fai da te con il bicarbonato di sodio

test di gravidanza con bicarbonato

Altro giro, altro ingrediente: il bicarbonato di sodio. In questo caso si prende un cucchiaio di bicarbonato e lo si versa in un recipiente in cui poi si versa anche un po’ di urina. Dopo alcuni minuti di attesa si osserva il risultato: se si è formata molta schiuma può significare che la donna è incinta (e secondo alcuni sarebbe un maschietto) mentre se la schiuma è scarsa può significare che non c’è una gravidanza in corso.

6. Test di gravidanza fai da te con l’olio d’oliva

Secondo altre teorie anche l‘olio di oliva può aiutare a stabilire se c’è una gravidanza in corso: mettendone quattro gocce lontane fra loro in un recipiente si osserva se si uniscono oppure no. Nel primo caso ci sarebbe una gravidanza, nel secondo no.

7. Test di gravidanza fai da te con lo zucchero

Anche lo zucchero, secondo la tradizione popolare, sarebbe in grado di indicare la presenza di una gravidanza. Mettendone qualche cucchiaino in un recipiente si versa sopra qualche goccia di pipì. Se lo zucchero si scioglie non c’è gravidanza, se invece si formano dei grumi sì.

8. Test di gravidanza fai da te con il tarassaco

Per chi vive nella natura o comunque a portata di “verde” c’è un ultimo metodo che secondo le nonne può funzionare, ed è basato sui fiori gialli presenti un po’ ovunque noti come denti di leone, o tarassaco. Le loro foglie possono essere utilizzate per realizzare uno dei test di gravidanza casalinghi.

Come? In questo caso la foglia di tarassaco viene immersa immersa in un bicchiere con l’urina per circa dieci minuti. Se sulla foglia appaiono puntini rossi oppure nel liquido si trovano delle bolle può significare che c’è una gravidanza in corso.

Test di gravidanza fai da te: sono attendibili?

Come si può facilmente notare, si tratta di metodi privi di una base scientifica e quindi del tutto inattendibili. L’urina mescolata a questi ingredienti può inoltre dare reazioni a prescindere dalla presenza o meno delle Beta, cosa che rende i risultati di questi “esperimenti” del tutto inattendibili.

Ecco perché l’unico modo per sapere se si è effettivamente incinta oppure no è effettuare prima un test di gravidanza sulle urine e poi, se il risultato è positivo, effettuare i normali esami del sangue che misurano la concentrazione di Beta hCG nel sangue e, quindi, prenotare la prima visita ginecologica che potrà confermare definitivamente la presenza di una gravidanza.

Ti è stato utile?
Rating: 3.9/5. Su un totale di 11 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Concepimento