5 cibi da evitare in gravidanza

5 cibi da evitare in gravidanza

Una gravidanza fisiologica, è bene sempre ricordarlo, non è una malattia. In fatto di alimentazione, dunque, non esistono molte limitazioni, ma occorre lo stesso prestare attenzione a determinati alimenti e bevande a rischio. Ecco dunque quali sono i 5 cibi da evitare in gravidanza.

1) L’alcol

Il primo dei 5 cibi da evitare in gravidanza, e l’unico per il quale sia previsto un vero e proprio divieto, in realtà non è un vero e proprio alimento. Le bevande alcoliche possono causare danni anche molto seri al feto in crescita, perché l’organismo fetale non è in grado di metabolizzare l’alcol. Assolutamente off limits, in particolare, i superalcolici, soprattutto durante i primi mesi.

2) Il pesce crudo

Più che un cibo da evitare in gravidanza, il pesce crudo va considerato come un alimento a cui prestare la massima attenzione, perché potrebbe essere contaminato sia dalle larve di un parassita che si chiama Anisakis, sia dalla Listeria monocytogenes. In linea generale, per precauzione, se ne sconsiglia il consumo. Semaforo rosso, anche per i frutti di mare crudi.

3) Carne al sangue, salumi e insaccati crudi

Il divieto di consumo riguarda principalmente le gestanti che non siano immuni alla toxoplasmosi. In ogni caso le carni crude o poco cotte potrebbero essere contaminate anche da alcuni batteri responsabili di tossi-infezioni alimentari. Per questo motivo, si raccomanda di cuocere molto bene la carne e le salsicce, fino al cuore (deve scomparire il colore rosato). Si sconsiglia invece il consumo di salame o altre carne cruda, non sottoposta a cottura o a stagionatura prolungata.

4) Uova crude e latte non pastorizzato

Anche in questo caso, si tratta di cibi vietati in gravidanza per il rischio di contaminazione (da Salmonella, per esempio). No, quindi, a latte appena munto o uova fresche “da bere”, ma occorre anche stare attente a dolci e altre preparazioni che impiegano uova crude nella ricetta.

5) Formaggi erborinati

L’ultimo gruppo di cibi vietati in gravidanza, o comunque che richiede una particolare cautela, è rappresentato dai formaggi molli maturati con le muffe, come il gorgonzola, il brie e il camembert.  Il rischio, in questo caso, è di contrarre una infezione da Listeria monocytogenes. I sintomi, che durante la gestazione possono essere confusi con quelli di una banale influenza, comprendono febbre, dolori muscolari, brividi e a volte diarrea o vomito. Le conseguenze vanno dall’aborto spontaneo al parto prematuro, fino alla morte perinatale. Più in generale, per evitare la listeriosi in gravidanza andrebbero evitati i formaggi per i quali non si è certi che sia stato usato latte pastorizzato.