Il ruolo dei neuroni specchio nello sviluppo dell'empatia nei bambini e neonati

I neuroni specchio permettono di imitare ed empatizzare: per questo sono d'importanza fondamentale per i neonati e i bambini. Vediamo cosa sono, a cosa servono, il loro ruolo e l'importanza nei bambini nei processi imitativi per un sano sviluppo psicomotorio.

Cosa sono i neuroni specchio e che conseguenze hanno sul processo di crescita e apprendimento nei bambini?

Vediamo a cosa servono i neuroni specchio e la loro importanza per il processo di imitazione dei neonati.

Cosa sono i neuroni specchio?

I neuroni specchio sono un particolare tipo di cellule neuronali deputate all’apprendimento e sviluppo dei processi imitativi; hanno un’influenza fondamentale per il corretto sviluppo del bambino, in particolare nei primi 3 anni di vita. Sono stati scoperti in anni relativamente recenti, circa 30 anni fa; si tratta di una delle più importanti scoperte delle neuroscienze dell’età contemporanea.

I neuroni specchio ricevono l’informazione su quello che osserviamo nel comportamento di altre persone e attivano in noi il bisogno di riprodurre quello stesso schema che vediamo negli altri. Per esempio, se una persona davanti a noi afferra il cellulare, siamo portati a fare lo stesso e tirare fuori il nostro telefono.

Questo non accade soltanto per le azioni ma anche per le emozioni. Per esempio, quando guardiamo una partita di pallone, siamo portati a empatizzare proprio come fossimo lì nel campo a giocare per davvero.

A cosa servono?

I processi imitativi tipici dell’uomo si sviluppano grazie a una classe di cellule neuronali, i cosiddetti “neuroni specchio“. La loro scoperta, avvenuta grazie all’osservazione dei macachi, si fa risalire al team guidato da Giacomo Rizzolatti nei primi anni Novanta.

Questo tipo di cellule si attivano in chi sta compiendo un gesto o provando un’emozione, e allo stesso tempo vengono trasmessi anche a chi sta osservando l’azione o ricevendo un’emozione, attivandosi.

Il ruolo dei neuroni specchio nei bambini

I bambini imparano grazie al rispecchiamento e al sistema di imitazione, “copiando” i “grandi” e riproducendone gesti ed emozioni. Per questo, i neuroni specchio sono fondamentali nell’apprendimento cognitivo, motorio, comportamentale ed emozionale dei bambini.

Set "facciamo finta": come i bambini imitano gli adulti e i giochi migliori

Senza rendersi conto del perché, i bambini apprendono per imitazione, ripetendo i gesti dei genitori. Quello che fa la mamma, o che semplicemente intende fare, viene colto dal bambino grazie ai neuroni specchio, che ne permettono l’imitazione e la partecipazione emotiva.

Quando si prova un’emozione, come la tristezza o la gioia e la si osserva in un altro, i neuroni specchio si attivano facendoci provare quella stessa emozione e viceversa. Per questo la relazione e il legame affettivo con i bambini rivestono un’importanza fondamentale per il loro sviluppo mentale; in questo modo, infatti, il bambino impara a regolare le proprie emozioni e a riflettere su di esse.

L’importanza dei neuroni a specchio nell’imitazione neonatale

I bambini imparano grazie al rispecchiamento e al sistema di imitazione. Agire presuppone un’attivazione dei neuroni specchio in chi ci osserva. Il bambino impara attraverso la riproduzione di gesti, comportamenti e stati d’animo altrui.

Il bambino svilupperà un attaccamento sicuro se il genitore (in particolare la mamma o caregiver) si rivolge a lui con cura, vicinanza ed empatia; se il bambino si sente confortato dalla mamma. Se invece presenta uno stato di tensione, il genitore potrà, con la sua sola presenza, riportarlo alla calma e alla tranquillità.

I neuroni specchio hanno un’importanza fondamentale per il neonato e l’imitazione nei confronti degli adulti. I bambini in età neonatale, infatti, sono portati a ripetere gli stessi comportamenti che osservano; ma anche a empatizzare con la persona che guardano quando questa sta provando un’emozione o la sta esprimendo attraverso un sorriso, uno sguardo, un’espressione facciale.

Perché il bambino ha paura degli estranei e come comportarsi secondo la psicologa

In particolare, il neonato ha un legame viscerale e simbiotico con la mamma, con cui avviene uno scambio reciproco di emozioni, che favoriscono una crescita sana. L’imitazione può nascere e svilupparsi solo nel caso in cui si sia già creato un legame affettivo, come quello con la mamma.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Scienza