Utero bicorne: le ripercussioni sulla gravidanza - GravidanzaOnLine

“Ho l’utero bicorne: può creare problemi in caso di gravidanza?”

Simona

chiede:

Salve, ho avuto la prima gravidanza senza difficoltà,anche se ho partorito alla settimana 37 a causa di gestosi, bambino podalico e oligoamnios. Fatto sta che dopo quasi 2 anni dalla gravidanza faccio un’ecografia interna e mi diagnosticano un utero bicorne. Questo può significare che sia stata fortunata la prima volta e possa avere problemi per una seconda gravidanza, o che il problema non sia molto accentuato e quindi di poco conto? (seppur da tenere sotto controllo intendo). Grazie mille per la risposta.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Buongiorno signora, per la verità non si può proprio dire che la sua gravidanza sia stata senza problemi, tutt’altro invece! Per rispondere al suo quesito attuale, l’utero bicorne è un utero che si è formato in modo anomalo già prima della nascita, e tale rimarrà, senza cambiare minimamente. Esistono forme lievi, appena accennate, forme intermedie che hanno di solito buoni esiti in gravidanza, anche se un po’ più frequentemente del solito si presentano perdite ematiche in gravidanza iniziale, aborto, parto prematuro e presentazione podalica del bimbo. Ci sono poi forme estreme di utero bicorne, ove una delle due emicavità in cui l’utero è diviso è piccolissima (atresica): se la gravidanza vi si impianta, la gestazione non può proseguire. Non avendo da lei altre informazioni specifiche non abbiamo altro da dire.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie