Ureaplasma: può causare aborti ricorrenti? | GravidanzaOnLine

Rossana

chiede:

Buongiorno. Sono una mamma 40enne: ho tre bimbi avuti col precedente compagno e sono alla ricerca del quarto figlio col mio attuale compagno. Ho avuto due aborti alla quinta settimana e uno alla settima (ma fermo alla quinta),così ho fatto tampone vaginale e cervicale ed esami del sangue. Da questi risulta una carenza importante di vitamina D (9.12) e positività a ureaplasma urealyticum con carica =/> a 10000 (a questo è risultato positivo anche il mio compagno nella spermiocoltura). Questo particolare quadro clinico può causare la poliabortività?

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile signora, è difficile che una carica batterica così bassa e in tempi cosi precoci possa essere causa di poliabortività. Le suggerisco piuttosto di effettuare un prelievo di sangue per studiare i fattori della coagulazione e l’autoimmunità, che spesso giocano un ruolo importante nella poliabortività. Se tutti questi esami dovessero essere nella norma, valuti anche la possibilità di effettuare un’isteroscopia ovvero un esame morfologico dell’utero effettuato con una telecamera volto a scoprire eventuali difetti costituzionali dell’organo. Cordiali Saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie