Un cambiamento di alimentazione può provocare dei problemi al mio bambino? - GravidanzaOnLine

Un cambiamento di alimentazione può provocare dei problemi al mio bambino?

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono alla 21 settimana di gravidanza. Sono alta 1,60 e sono partita da un peso di 65 kg e ora ne peso 73. All’ultimo controllo la mia ginecologa mi ha invitato a seguire una dieta eliminando dolci pizze ed alimenti troppo conditi e calorici ed alimentarmi come se stessi svezzando il mio bimbo.. ora sto mangiando una porzione di carboidrati al giorno tanto pesce carni bianche frutta e verdura e volevo sapere se un cambiamento di alimentazione può provocare dei problemi al mio bambino e se eventuali miei attacchi di fame possono ricadere su di lui… grazie per l’attenzione.

Gentile signora, cambiare regime alimentare non provoca problemi ma li risolve, se, ovviamente, il cambiamento avviene nella giusta direzione (cioè finalizzato ad un miglioramento delle condizioni di salute con un regime alimentare sano ed equilibrato). Non si preoccupi per gli attacchi di fame: non danneggiano il feto. Piuttosto li riferisca alla sua dottoressa, perché se sono troppi, persistenti e in diversi momenti della giornata possono anche indicare che sta mangiando realmente meno di quanto dovrebbe (non bisogna esagerare neanche nel senso opposto, soprattutto in questa fase delicata della gravidanza). Approfitto (visto che si sta dedicando – scrive – al consumo del pesce) per raccomandare l’uso di pesce di piccola taglia, evitare in gravidanza pesce spada e salmone, evitare tutti i pesci affumicati, ovviamente cuocere sempre bene tutto; pesce pescato o di allevamento non fa differenza. Infine, l’allergia ai gamberi è piuttosto diffusa in Italia: se non li ha mai mangiati prima non cominci adesso.
Cordialmente,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Nutrizionista