Test di Coombs falsato: cosa fare? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, la ringrazio in anticipo per la risposta. Sono incinta alla settimana 28+6 e ho un gruppo sanguigno 0 Rh-, mio marito invece è 0 Rh+. Ho appena ritirato l’esito delle analisi del test di Coombs indiretto, che risulta positivo sia per anticorpi anti D che per anticorpi anti M. Premetto che all’inizio della gravidanza il test di Coombs indiretto risultava positivo, ma soltanto per gli anticorpi anti M (non titolabili). Nel frattempo. alla settimana 18, l’ostetrica mi ha somministrato per errore l’immunoprofilassi (aveva confuso settimana 18 con la 28): immagino quindi che il risultato positivo del test di Coombs con anti D sia dovuto a questo motivo. Il mio dubbio sorge perché, sebbene il Coombs indiretto risulti positivo, un’altra ostetrica vuole ripetermi l’immunoprofilassi e non so se sarebbe una cosa fattibile. Oppure sarebbe meglio eseguire ulteriori test per capirne meglio la provenienza di questi anticorpi anti D? Grazie mille.

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile signora, avendo lei effettuato la somministrazione di immunoglobuline, avrà il test di Coombs falsato per i prossimi mesi: non sarà pertanto possibile stabilire la “causa” del risultato del test. Per sicurezza effettui tutte le procedure farmacologiche suggerite e faccia sempre valutare la sviluppo fetale ecografico attentamente al suo ginecologo nelle more che si tratti di una pregressa isoimmunizzazione (cosa improbabile). Spero di essere stato chiaro nella spiegazione, poiché mi rendo conto che l’argomento possa risultare un po’ ostico.  Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti. Cordiali Saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie